Zaltron Alessandro

Manuale per i(n)felici amanti

Autore: 
Zaltron Alessandro

Come lo chiami uno che lavora bendato? Incosciente, sfacciato, temerario, egoista e scemo. Oppure lo chiami Amore, e in una parola sola riassumi tutti e cinque i concetti. L’amore non è come la fame, la sete o una brutta malattia, che se non ce l’hai non ci pensi. All’amore pensi sia se ce l’hai, sia se non ce l’hai. Se ce l’hai ci pensi eccome, se non ce l’hai pensi a quando l’avrai o a come lo potrai avere. Beh, succede anche che, pur avendolo già, pensi a uno diverso. O che, non avendolo, pensi solo ed esclusivamente a quello che avevi prima, e via elencando in un’altalena di sì e di no che fa passare dalla condizione (beata) di felici a quella (beota) d’iNfelici amanti e viceversa. Dove la “n” non è una consonante, ma lo spazio immenso che separa il cielo toccato dalle tetre profondità del baratro. 

Bene lo sa Alessandro Zaltron, che il suo Manuale, appena uscito per la tenace Zero91, ha ritenuto opportuno dividerlo in due metà: una dedicata al “sopravvivere in coppia”, l’altra al “senza coppia”. In entrambi i casi, comune è l’obiettivo: uscirne vivi. Sì, perché, anche nella vita a due (a tempo determinato o indeterminato che sia) il viaggio verso all’agognato momento di felicità è fitto di incognite, imprevisti, contrordini, assalti, avarie, allarmi, malintesi e assenze di segnali.

Giornalista e scrittore esperto in materia, Zaltron analizza i ruoli più ricorrenti nell’eterno gioco tragico dell’inseguimento amoroso: la donna sentimentale, che ama vedere cuori al posto di picche; la crocerossina e la sua abnegazione nell’affrontare i casi disperati nella convinzione di redimere anche il più sconquassato dei maschi; i rei di alto tradimento; il bastardo conquistatore, che utilizza dichiarazioni strappamutande per irretire le vittime, e una serie copiosissima di comprimari che compongono il consorzio umano dei colpiti, almeno una volta, dal dardo infuocato della passione. La passione: il Giano bifronte della semantica, la più bella e terribile delle parole.
 
“Il vocabolo passione è parente stretto del greco pathos (da cui patologia) e del latino passio (ricordate la passione di Cristo, la sofferenza che prelude alla morte?). Amore e malattia, da cui nessuno può dirsi immune a priori, sono accomunati anche dalla manifestazione tipica: lo stato febbricitante. Passione ha la stessa radice di passivo, rimanda cioè a colui che subisce: indizio di una sofferenza con cui prima o poi si dovrà fare i conti – interessi compresi. Del resto, ogni vero moto passionale implica un margine imponderabile di disperazione, altrimenti sarebbe solo un arido  affare, un noioso concordato preventivo sui sentimenti” (pp. 23-24).

Alto e basso, momenti di autentica comicità misti a ragionamenti serissimi splendidamente descritti, fiction e accenni autobiografici, Manuale per i(n)felici amanti è un libro che sfugge all'incasellamento facile. Tra i vari pregi, oltre alla piacevolezza della lettura, merito anche dell’ironia dell’autore, quello, assai gradito, di farci sentire tutti – i centrati, i mancati, i salvati, i rovinati dalla freccia di Cupido – non ridicoli, non ingenui, non patetici o strani, ma teneramente e meravigliosamente umani.

EDIZIONE ESAMINATA e BREVI NOTE

Alessandro Zaltron, giornalista e scrittore italiano. Collabora col "Sole 24 Ore".

Alessandro Zaltron, “Manuale per i(n)felici amanti”, Zero91, Milano, 2012.

Approfondimento in rete: sito ufficiale di AZ / Officine Micro.

Paola Biribanti - Marzo 2012

ISBN/EAN: 
9788895381473

Commenti

[zaltron] Il mio primo libro

[zaltron] Il mio primo libro Zero91. Di certo NON l'ultimo.

[zaltron] eccolo in home!

[zaltron] eccolo in home! aspetta che ti sei dimenticata il format, ora lo inserisco:)

[paola biribanti] e alè, on

[paola biribanti] e alè, on line la 34° scheda di lettura - dopo mesi di attesa:) - della nostra grande Paola: http://www.lankelot.eu/autori/paola-biribanti

 [zaltron] Appena finito di

 [zaltron] Appena finito di inserire il format, ma vedo che mi hai preceduto.

[zaltron] Il grazie enorme

[zaltron] Il grazie enorme dal sottoscritto e dalla Zero91!!! Che gioia!

[zaltron] mi ha fatto tornare

[zaltron] mi ha fatto tornare in mente un vecchio pezzo del grande Gigi Pala, questo: http://www.lankelot.eu/scienze/angela-piero-ti-amero-per-sempre.html - c'è compatibilità tematica tra le due opere, che dici?