• user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:7d21ae6e5b0741bdd52e9b4faf864df5' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: small;\">Non serve a molto profondersi in paragoni arditi, pubblicitari, in fondo anche un po’ stantii: “un Kafka in salsa turca”, “il nuovo autore turco, dopo Pamuk” e via dicendo. Hasan Ali Topta<span lang=\"TR\">ş</span>, non è né Kafka né Pamuk, è Hasan Ali Toptaş e ha forza abbastanza per tenersi in piedi da solo come scrittore, senza bisogno di stampelle. </span></p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\"><span style=\"font-size: small;\"><i style=\"mso-bidi-font-style:normal\">Impronte</i> è un libro di rara bellezza, mostra una scrittura vivissima, una lingua magica capace di far compiere traiettorie impreviste al filo dell’attenzione. Lungo una trama leggera, ma non banale, Toptaş sviluppa il ventaglio del suo estro letterario, della sua sensibilità accesa, della sua preziosissima compostezza e misura stilistica. </span></p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\">La città, il villaggio, il confine: sono tre parole chiave per leggere la Turchia e sono gli assi spaziali e geografici attorno cui ruota <i style=\"mso-bidi-font-style:<br />\nnormal\">Impronte</i>. La città da cui fugge Ziya, il protagonista; il villaggio quieto e sereno a cui aspira; il confine siriano che lo pungola nella memoria del tempo in cui, nella Naja, conobbe l’amico Kenan.&nbsp;</p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\"><span style=\"font-size: small;\">Hasan Ali Toptaş, con grande maestria e delicatezza, sa raccontare tutti e tre questi elementi, con quadri realistici e poetici al contempo: splendido il racconto dell’esplosione urbanistica di Istanbul, veicolato dalle parole di un’anziana prostituta; ossessivo ed efficace il racconto del servizio militare passato da Ziya a pattugliare il confine con la Siria - confine che negli ultimi tempi è venuto tristemente all’ordine del giorno internazionale, ma che nella storia turca ha sempre rappresentato una spina nel fianco, un colabrodo poroso attraverso cui si muovevano i contrabbandieri e i combattenti curdi. Nel buio del deserto siriano, dove si muovono indistinte le figure dei contrabbandieri e risuonano gli ululati dei soldati di vedetta, sembra muoversi qualcosa di più profondo; quel buio in qualche modo sembra uno specchio. Il servizio militare genera però un fiore, l’amicizia fra Kenan e Ziya. Il che ci porta al villaggio infine, immagine paradisiaca e bucolica di primo acchito, ma in realtà ampolla dove distilla il peggio dell’esperienza umana, dove sagome misteriose disturbano l’orizzonte. Nel villaggio di Yazıköy dove Kenan accoglie Ziya dopo trent’anni, fioriscono la diffidenza, il sospetto, la calunnia, e la violenza.</span></p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\"><span style=\"font-size: small;\">Ma il luogo centrale che nel finale richiama a sé i fili di questo libro, è la scrittura magica di Toptaş, capace di dare corpo agli odori, di materializzare emozioni, di creare dei vuoti per poi riempirli di parole. Una scrittura in cui l’immateriale prende corpo e il materiale si ammanta di un velo magico che confonde e liquefa. È la scrittura, con la giusta dose di anarchia, a condurre la trama, mai viceversa. Toptaş è capace di perdersi dietro ai dettagli, senza essere dispersivo; di sviare dal seminato andando dietro a sogni o a ricordi apparentemente sconnessi, senza mai complicare il percorso della trama. </span></p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\"><span style=\"font-size: small;\"><i style=\"mso-bidi-font-style:normal\">Impronte</i> racconta molto della Turchia, delle sue ossessioni, delle sue geografie, dei suoi spazi e dei suoi riti; scioglie il nodo di un binomio classico della letteratura turca (quello città/ruralità) o illumina la questione curda, senza quasi nominarla. Ma non è solo questo. L’incontro con Toptaş è folgorante, oltre ad essere un grande narratore è un grande scrittore, acrobata della metafora, chiede abbandono al flusso errante eppure ordinato del suo scrivere. Alcune sue immagini il lettore rischia di ritrovarsele fra le mani, esplose dalla carta, come un origami. La splendida e ispirata traduzione di Giulia Ansaldo (ispiratissima anche la nota di traduzione finale), ci regala in italiano uno scrittore vero. Non si chiama né Kafka, né Pamuk. Si chiama Hasan Ali Toptaş, segnatevelo. </span></p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\"><span style=\"font-size: small;\"> <br /></span></p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\"><span style=\"font-size: small;\"><b style=\"mso-bidi-font-weight:normal\">EDIZIONE ESAMINATA E BREVI NOTE</b>:</span></p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\"><span style=\"font-size: small;\">Hasan Ali Topta<span lang=\"TR\">ş</span>, <i style=\"mso-bidi-font-style:normal\">Impronte</i>, Del Vecchio Editore, 2015, Pagine 397 - €18,00. Traduzione di Giulia Ansaldo, Titolo Originale: <i style=\"mso-bidi-font-style:normal\">Heba. </i>Veste Grafica: Maurizio Ceccato. </span></p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\"><span style=\"font-size: small;\">Hasan Ali Toptaş è nato a Çal, Turchia,il 15 ottobre 1958. Ha all\'attivo sei romanzi. Heba è il suo ultimo romanzo pubblicato nel 2013.&nbsp; </span></p>\n<p class=\"MsoNormal\" style=\"text-align:justify;text-justify:inter-ideograph\"><span style=\"font-size: small;\">Francesco Marilungo, Gennaio 2016.</span><span style=\"font-size:16.0pt;mso-bidi-font-size:12.0pt;mso-ansi-language:IT\"> </span></p>\n<p style=\"text-align: justify;\">&nbsp;</p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:7d21ae6e5b0741bdd52e9b4faf864df5' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:4a5bfdc49d510ef97268a50a646634a3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[Impronte] i libri della Del Vecchio in lankelot: <a href=\"https://www.lankelot.eu/del-vecchio-editore\">http://www.lankelot.eu/del-vecchio-editore</a>&nbsp;&nbsp; E il gradito ritorno di Francesco Marilungo sugli schermi del nostro sito</p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:4a5bfdc49d510ef97268a50a646634a3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:e56117b391622b1e3f09a1463d5a7f52' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[<span style=\"font-size: small;\">Topta<span lang=\"TR\">ş</span> - Impronte] Grande Francesco. Dato che parli molto - e giustamente - della scrittura dell\'autore turco, mica potresti mettere un brano tratto dal libro che ti sembra adatto a far comprendere meglio le sue qualità? Perché sono curioso, ecco.&nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; <i style=\"mso-bidi-font-style:normal\"> </i><i style=\"mso-bidi-font-style:normal\"><br /></i></span></p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:e56117b391622b1e3f09a1463d5a7f52' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:1e95ea6542e3dd9720baace9aa0941d6' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[Toptas - Scrittura]: \"In basso la città era immersa in una strana nebbia che non somigliava alla nebbia; all\'ombra di fumi rossi che si alzavano strato su strato, giaceva così, in uno stato di grande impotenza, avvolta in rumori sporchi. Con i suoi grattacieli ricoperti dallo splendore dei vetri, casolari abbandonati, vecchi mercati, centri commerciali, rovine, fabbriche, quartieri di classe e baraccopoli lontane che si allungavano sormontando le colline come un banco di nuvole di fango; più che all\'impotenza, faceva pensare a dire il vero a un profondo disordine sommerso nell\'impotenza. Somigliava persino a un\'immobilità imponente e pallida che continuava a muoversi all\'interno di se stessa. E quest\'immobilità fatta di vari brusii e oscillazioni ovviamente esalava odori disgustosi che partendo da vari punti della città salivano a lambire anche muri e finestre. Addensandosi silenziosamente questi odori si trasformavano talvolta in un\'immagine, nella lunghezza di un viale che scorre, nella congestione delle strade piene di corpi che sfociano nele vie, nella folla alle fermate degli autobus, oppure nell\'ampiezza di certi luoghi che apparivano come parchi, come piazze o come incroci, per esempio. In mezzo a questi odori svolazzavano inoltre dei piccioni stanchi, uno più ammuffito dell\'altro, con le ali nere intrise dei gas di scappamento; tutti insieme s\'involavano grati e lieti da un punto invisibile della città e del tempo, e involandosi somigliavano a un gruppo di macchie indistinte che vagavano nel pallore delle cupole, attraversavano gli spazi vuoti che cercavano con frenesia, e attraversandoli uscivano imbambolati nello scntillio del suono di qualche clacson; poi, senza poter aprire le ali e planare comodamente nelle profondità del cielo, completavano i loro svolazzamenti per tornare di nuovo in mezzo agli odori. quando ritornavano, addirittura, si posavano su questi odori come su un ramo.\"</p>\n<p>E\' un passo iniziale, probabilmente non il più significativo. Ma tutta la scrittura di Impronte è pregna di questa ricchezza sensoriale di questo continuo scivolamento fra vista, olfatto, tatto e udito. Mi sembra, come dicevo, una scrittura composta e ponderata, che non strafa, ma che inaspettatamente scivola, slitta e regala immaginie pensieri preziosi. </p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:1e95ea6542e3dd9720baace9aa0941d6' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:051fdbc2ffc112704c0f8c0a9724d170' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[Toptas - scrittura] Una scrittura molto densa, che scivola tra i sensi, hai ragione. Il passo, anche se non il più significativo, è davvero molto bello. Accidenti.</p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:051fdbc2ffc112704c0f8c0a9724d170' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:754103f78ec4d526884443572d622ae5' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[Hasan Ali Toptas]: A quanto pare anche Hasan Ali Toptas legge Lankelot :) <a href=\"http://hasanalitoptas.com/tr/impronte/\" title=\"http://hasanalitoptas.com/tr/impronte/\">http://hasanalitoptas.com/tr/impronte/</a></p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:754103f78ec4d526884443572d622ae5' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:819af2b7b59e210ed00044457d32c0ec' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[Hasan Ali Toptas] Evviva!</p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:819af2b7b59e210ed00044457d32c0ec' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:7a9bd4ca0c3ef223230ea98b8d9c4be6' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<div class=\"autopromo_verticale\"><img alt=\"\" height=\"373\" width=\"104\" src=\"/sites/default/files/pictures/autopromo_vert.gif\" /></div>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:c70ca3b11c7653d20a27fa81e9cb105c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: small;\">C’è un certo consenso di critica attorno a Daniele Timpano e alla sua “Storia cadaverica d’Italia”, trilogia di testi teatrali (“Dux in scatola”, “Risorgimento pop” e “Aldo morto”) in cui l’autore-attore romano mette in scena un tris di cadaveri-monumento (quelli di Mazzini, Mussolini e Moro) a simboleggiare la nostra identità nazionale nata morta.</span></p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:c70ca3b11c7653d20a27fa81e9cb105c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0f84be7f620014cb132bc4fb2c11a402' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">C’è stato un tempo in cui la letteratura era ambiziosa, contigua alla filosofia, metafisica almeno nelle domande che si poneva, anche se non nelle risposte che si dava. Figlia di Dostoevskij e di Nietzsche, s’interrogava sul male, sull’aldilà del Bene e del Male, sui limiti della sconfinata libertà dell’uomo. Dio era morto già, ma sepolto da poco, tanto la filosofia quanto la letteratura ancora ne elaboravano il lutto e perciò ancora gli dedicavano pagine di appassionata negazione, anziché l’indifferenza della secolarizzazione compiuta e definitiva. Era il tempo dei filosofi scrittori, come Sartre, o degli scrittori-filosofi, come Camus, e dei filosofi impliciti, seguaci di Nietzsche, come Gide.</p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0f84be7f620014cb132bc4fb2c11a402' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:d24f75840505583f3600f2bd20df4d85' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: small;\">Qualche anno fa, nel quartiere Testaccio a Roma, il nuovo spazio “Macro Future” venne inaugurato con una collettiva, “Into me, out of me”, proveniente dal PS1 di New York: centoquaranta artisti tra i più rinomati nel panorama internazionale (da Marina Abramovic ad Andrès Serrano, da Valie Export a Chris Burden, dagli azionisti viennesi a Nan Goldin) chiamati a illustrare, con foto, installazioni e videoarte, il tema del corpo e della fisicità, attraverso temi come la sessualità e la riproduzione, l’aggressione e la violenza, i processi metabolici e organici. <br /></span></p>\n', created = 1487321114, expire = 1487407514, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:d24f75840505583f3600f2bd20df4d85' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:142523104ec8db0215a272c44cebea61' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p><span style=\"mso-bidi-font-family:Calibri;mso-bidi-theme-font:minor-latin\">I vampiri <i style=\"mso-bidi-font-style:normal\">indie rock </i>di Jim Jarmusch, ultima incarnazione dei suoi personaggi marginali e alienati, sono creature fieramente snob. Leggono Shakespeare, Beckett e D. F. Wallace, collezionano dischi in vinile e chitarre elettriche vintage, e possiedono una cultura raffinata che spazia dalla botanica all’astronomia. Amano circondarsi di multiforme bellezza, per questo odiano il ventunesimo secolo, Los Angeles e l’intera stirpe degli uomini, che devastano la terra e ne perseguitano le menti migliori.</span></p>\n', created = 1487321115, expire = 1487407515, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:142523104ec8db0215a272c44cebea61' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:1373d8b1fa131fda903a3f7d7b92f220' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">La zia «Lali non aveva mai lavorato, distesa sull’amaca in giardino d’estate amava dire, Il tempo che ti abbonda tra le mani può divorarti. Ti abbonda del tempo tra le mani, zia?».</p>\n<p style=\"text-align: justify;\">Ti abbonda del tempo tra le mani, zia. Leggo e rileggo questa improbabile frase, così grassa, così farcita di superfluo e mi domando come ha potuto Ornela Vorpsi disimparare a scrivere. Ripenso al suo primo libro, \"Il paese dove non si muore mai\", che lei, albanese, aveva scritto in un italiano gustoso e con una prosa vispa e spontanea, ripenso alla sua capacità di giocare col macabro e di intrattenere col drammatico dei ricordi della sua infanzia comunista a Tirana, e mi chiedo cosa rimane di quella leggerezza in questo “Fuorimondo”.</p>\n', created = 1487321115, expire = 1487407515, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:1373d8b1fa131fda903a3f7d7b92f220' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Cari soci attuali e futuri, collaboratori, collaboratrici, lettrici e lettori, l\'ultimo editoriale pubblicato su lankelot risale al febbraio 2014. Scrivevo che \"il passaggio da lankelot a lankenauta è slittato a data da destinarsi\". Poi il silenzio, proprio per evitare di ripetersi e così diventare stucchevoli. Non è il caso adesso di ripercorrere le tante vicissitudini di un progetto che, salvo qualche piccolo dettaglio da completare, è ormai giunto a destinazione. Questo vorrà dire che i prossimi editoriali, finalmente pubblicabili ogni trimestre, non appariranno più su lankelot.eu.</p>\n', created = 1487321115, expire = 1487407515, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p align=\"justify\"><b>liquidàre</b> <br /><i>v. 1ª tr.</i> (Ind. pres. <i>lìquido</i>) calcolare, determinare una ragione di credito, un conto e sim. e provvedere al relativo pagamento; est.: <i>liquidare un impiegato</i>, corrispondergli, alla cessazione del rapporto di lavoro, ciò che gli spetta come buonuscita; <i>liquidare una merce</i>, venderla a prezzo di realizzo; svenderla&nbsp;&nbsp;&nbsp; <br />com. pagare&nbsp; <br />fig.: <i>liquidare un affare</i>, concluderlo; <i>liquidare una questione</i>, risolverla, deciderla; <i>liquidare qu.</i>, levarselo d’attorno o, anche, ucciderlo.</p>\n', created = 1487321115, expire = 1487407515, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>“Una volta in scena come capisce se lo spettacolo funziona, se interessa il pubblico?</p>\n', created = 1487321115, expire = 1487407515, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Parlare ancora di <a href=\"https://it.wikipedia.org/wiki/Pier_Paolo_Pasolini\">Pasolini</a> nel 2016 può essere molto rischioso. Prima di tutto perché ci si può imbattere nello spettro dell’agiografia, una trappola che inghiotte con disarmante facilità a causa della personalità così ingombrante di Pasolini, col suo piglio rivoluzionario oggi in via di beatificazione. Ma questo è un fenomeno che generalmente resta in superficie, tra le penne dei gazzettieri che delirano di settima arte. Un altro rischio è quello di non avere niente di nuovo da dire e – cosa ancor peggiore – essere incapaci di nasconderlo.</p>\n', created = 1487321115, expire = 1487407515, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Durante la lettura di <i>Gli ultimi ragazzi del secolo</i> ho provato interesse, rabbia, divertimento, curiosità, fastidio, disillusione, partecipazione, mi sono trovato a volte in accordo e altre in disaccordo, e non sono poi molti i libri capaci di farmi qualcosa del genere, al di là del piacere o meno che possa aver avuto leggendo. È un romanzo, autobiografico, che invita al confronto, se non proprio al conflitto, fin dalla copertina, con l\'immagine di un ragazzino che guarda fuori campo, chissà cosa, con aria di sfida. Ragazzino che, scopre chi è interessato alle immagini che sono sui/nei libri, è proprio l\'autore, Alessandro Bertante, che sembra cercare di replicare, da adulto, lo stesso sguardo all\'interno della quarta di copertina. Un\'altra fotografia mostra il ponte di Mostar.</p>\n', created = 1487321115, expire = 1487407515, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:8254df3a9dff639c914fa4b704377f51' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:9b59f143cbeeada54af5b92b70b24158' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:b8283cedf3cdce3d78cc15aeb78b3f76' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Lankelot © 2000-2013 Gianfranco Franchi - Illustrazione header © <a href=\"http://www.maurizioceccato.it/\">Maurizio Ceccato</a> - Art direction <a href=\"http://www.fiammafranchi.com/\">Fiamma Franchi</a> - sviluppato da <a href=\"http://www.intellijam.it/\">Intellijam</a> su piattaforma Drupal nel 2009. Adattamento 3.1 a cura di <a href=\"http://algorithmica.it/\">Algorithmica</a>, 2011. Online dal 1 aprile 2003.</p>\n', created = 1487321115, expire = 1487407515, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:85024d06659faf313465fa09e3942527' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.

Toptaş Hasan Ali

Impronte

Autore: 
Toptaş Hasan Ali

Non serve a molto profondersi in paragoni arditi, pubblicitari, in fondo anche un po’ stantii: “un Kafka in salsa turca”, “il nuovo autore turco, dopo Pamuk” e via dicendo. Hasan Ali Toptaş, non è né Kafka né Pamuk, è Hasan Ali Toptaş e ha forza abbastanza per tenersi in piedi da solo come scrittore, senza bisogno di stampelle.

Impronte è un libro di rara bellezza, mostra una scrittura vivissima, una lingua magica capace di far compiere traiettorie impreviste al filo dell’attenzione. Lungo una trama leggera, ma non banale, Toptaş sviluppa il ventaglio del suo estro letterario, della sua sensibilità accesa, della sua preziosissima compostezza e misura stilistica.

La città, il villaggio, il confine: sono tre parole chiave per leggere la Turchia e sono gli assi spaziali e geografici attorno cui ruota Impronte. La città da cui fugge Ziya, il protagonista; il villaggio quieto e sereno a cui aspira; il confine siriano che lo pungola nella memoria del tempo in cui, nella Naja, conobbe l’amico Kenan. 

Hasan Ali Toptaş, con grande maestria e delicatezza, sa raccontare tutti e tre questi elementi, con quadri realistici e poetici al contempo: splendido il racconto dell’esplosione urbanistica di Istanbul, veicolato dalle parole di un’anziana prostituta; ossessivo ed efficace il racconto del servizio militare passato da Ziya a pattugliare il confine con la Siria - confine che negli ultimi tempi è venuto tristemente all’ordine del giorno internazionale, ma che nella storia turca ha sempre rappresentato una spina nel fianco, un colabrodo poroso attraverso cui si muovevano i contrabbandieri e i combattenti curdi. Nel buio del deserto siriano, dove si muovono indistinte le figure dei contrabbandieri e risuonano gli ululati dei soldati di vedetta, sembra muoversi qualcosa di più profondo; quel buio in qualche modo sembra uno specchio. Il servizio militare genera però un fiore, l’amicizia fra Kenan e Ziya. Il che ci porta al villaggio infine, immagine paradisiaca e bucolica di primo acchito, ma in realtà ampolla dove distilla il peggio dell’esperienza umana, dove sagome misteriose disturbano l’orizzonte. Nel villaggio di Yazıköy dove Kenan accoglie Ziya dopo trent’anni, fioriscono la diffidenza, il sospetto, la calunnia, e la violenza.

Ma il luogo centrale che nel finale richiama a sé i fili di questo libro, è la scrittura magica di Toptaş, capace di dare corpo agli odori, di materializzare emozioni, di creare dei vuoti per poi riempirli di parole. Una scrittura in cui l’immateriale prende corpo e il materiale si ammanta di un velo magico che confonde e liquefa. È la scrittura, con la giusta dose di anarchia, a condurre la trama, mai viceversa. Toptaş è capace di perdersi dietro ai dettagli, senza essere dispersivo; di sviare dal seminato andando dietro a sogni o a ricordi apparentemente sconnessi, senza mai complicare il percorso della trama.

Impronte racconta molto della Turchia, delle sue ossessioni, delle sue geografie, dei suoi spazi e dei suoi riti; scioglie il nodo di un binomio classico della letteratura turca (quello città/ruralità) o illumina la questione curda, senza quasi nominarla. Ma non è solo questo. L’incontro con Toptaş è folgorante, oltre ad essere un grande narratore è un grande scrittore, acrobata della metafora, chiede abbandono al flusso errante eppure ordinato del suo scrivere. Alcune sue immagini il lettore rischia di ritrovarsele fra le mani, esplose dalla carta, come un origami. La splendida e ispirata traduzione di Giulia Ansaldo (ispiratissima anche la nota di traduzione finale), ci regala in italiano uno scrittore vero. Non si chiama né Kafka, né Pamuk. Si chiama Hasan Ali Toptaş, segnatevelo.


EDIZIONE ESAMINATA E BREVI NOTE:

Hasan Ali Toptaş, Impronte, Del Vecchio Editore, 2015, Pagine 397 - €18,00. Traduzione di Giulia Ansaldo, Titolo Originale: Heba. Veste Grafica: Maurizio Ceccato.

Hasan Ali Toptaş è nato a Çal, Turchia,il 15 ottobre 1958. Ha all'attivo sei romanzi. Heba è il suo ultimo romanzo pubblicato nel 2013. 

Francesco Marilungo, Gennaio 2016.

 

ISBN/EAN: 
9788861101432

Commenti

[Impronte] i libri della Del

[Impronte] i libri della Del Vecchio in lankelot: http://www.lankelot.eu/del-vecchio-editore   E il gradito ritorno di Francesco Marilungo sugli schermi del nostro sito

[Toptaş - Impronte] Grande

[Toptaş - Impronte] Grande Francesco. Dato che parli molto - e giustamente - della scrittura dell'autore turco, mica potresti mettere un brano tratto dal libro che ti sembra adatto a far comprendere meglio le sue qualità? Perché sono curioso, ecco.                                       

[Toptas - Scrittura]: "In

[Toptas - Scrittura]: "In basso la città era immersa in una strana nebbia che non somigliava alla nebbia; all'ombra di fumi rossi che si alzavano strato su strato, giaceva così, in uno stato di grande impotenza, avvolta in rumori sporchi. Con i suoi grattacieli ricoperti dallo splendore dei vetri, casolari abbandonati, vecchi mercati, centri commerciali, rovine, fabbriche, quartieri di classe e baraccopoli lontane che si allungavano sormontando le colline come un banco di nuvole di fango; più che all'impotenza, faceva pensare a dire il vero a un profondo disordine sommerso nell'impotenza. Somigliava persino a un'immobilità imponente e pallida che continuava a muoversi all'interno di se stessa. E quest'immobilità fatta di vari brusii e oscillazioni ovviamente esalava odori disgustosi che partendo da vari punti della città salivano a lambire anche muri e finestre. Addensandosi silenziosamente questi odori si trasformavano talvolta in un'immagine, nella lunghezza di un viale che scorre, nella congestione delle strade piene di corpi che sfociano nele vie, nella folla alle fermate degli autobus, oppure nell'ampiezza di certi luoghi che apparivano come parchi, come piazze o come incroci, per esempio. In mezzo a questi odori svolazzavano inoltre dei piccioni stanchi, uno più ammuffito dell'altro, con le ali nere intrise dei gas di scappamento; tutti insieme s'involavano grati e lieti da un punto invisibile della città e del tempo, e involandosi somigliavano a un gruppo di macchie indistinte che vagavano nel pallore delle cupole, attraversavano gli spazi vuoti che cercavano con frenesia, e attraversandoli uscivano imbambolati nello scntillio del suono di qualche clacson; poi, senza poter aprire le ali e planare comodamente nelle profondità del cielo, completavano i loro svolazzamenti per tornare di nuovo in mezzo agli odori. quando ritornavano, addirittura, si posavano su questi odori come su un ramo."

E' un passo iniziale, probabilmente non il più significativo. Ma tutta la scrittura di Impronte è pregna di questa ricchezza sensoriale di questo continuo scivolamento fra vista, olfatto, tatto e udito. Mi sembra, come dicevo, una scrittura composta e ponderata, che non strafa, ma che inaspettatamente scivola, slitta e regala immaginie pensieri preziosi.

[Toptas - scrittura] Una

[Toptas - scrittura] Una scrittura molto densa, che scivola tra i sensi, hai ragione. Il passo, anche se non il più significativo, è davvero molto bello. Accidenti.

[Hasan Ali Toptas]: A quanto

[Hasan Ali Toptas]: A quanto pare anche Hasan Ali Toptas legge Lankelot :) http://hasanalitoptas.com/tr/impronte/

[Hasan Ali Toptas] Evviva!

[Hasan Ali Toptas] Evviva!