• user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:77a6ed26cdf61b7a6a8e63d89fb3dcc5' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p align=\"justify\"><strong><font size=\"2\">Appunti di lettura di ‘Igiene dell’assassino’ di Amélie Nothomb</font></strong></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">‘Igiene dell’assassino’ è il primo libro della Nothomb che leggo.<br />E, complice le vacanze, l’ho finito in due giorni. Non tanto per la semplicità, tutt’altro ma per la ‘forza risucchio ‘.<br />E’ una trama semplice, quella a cui si avvicina il lettore eppure cela imbrogli a ogni capitolo, mostra dettagli nuovi, giochi di parole e simbolismi potenti quanto contorti. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Prétextat Tach, premio nobel per la letteratura, e autore di più di una ventina di libri pubblicati e molti altri ancora ‘nel cassetto’, scopre di avere due mesi circa di vita. Una rara forma di cancro alle cartilagini sta divorando il suo corpo enorme e non gli da scampo. Nell’attesa, trincerato in un casa buia e silenziosa, accetta di incontrare cinque giornalisti. Con ognuno avrà scambi verbali diversi ma solo uno, l’ultimo, riuscirà a non lasciarsi schiacciare dalle capacità lessicali, logiche, culturali e, in una parola, ‘feroci’ dell’ormai condannato scrittore famoso. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">I capitoli dunque, ricalcano le interviste. La struttura è di una semplicità disarmante.<br />Eppure ogni pagina mostra come si può, tenere alta ‘la tensione’, le aspettative e la voglia di proseguire senza usare particolari effetti speciali. Solo attraverso dialoghi serrati che passano dal grottesco al drammatico al disgustoso all’irreale al patetico al crudele al romantico all’ironico <em>e oltre</em>. Un gioco a due, lo si potrebbe definire. Tach e lo sventurato giornalista di turno riescono a tenere il lettore incollato alle pagine, almeno a me è capitato per quanto non mi sentirei di definirla una ‘tipica lettura estiva’ nel senso che richiede decodifiche complesse, pur proponendo una serie di colpi di scena, verso la fine, che solleticano la curiosità. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Il vero scoglio iniziale è senza dubbio la lingua, l’uso calibrato di vocaboli ricercati, strategici mi verrebbe da aggiungere. <em>Immane, ottuagenario, vegliardo, tachiani, imberbe, epitaffio, teutone, sepolcrale, risatina giallastra, perifrasi abituali</em> sono solo alcuni dei termini che nelle prime pagine non possono lasciare il lettore indifferente. Per il contesto, in cui sono inseriti, la ‘scioltezza’ con cui sono usati e allo stesso tempo la complessità dei significati. L’inizio insomma, richiede attenzione e si potrebbe facilmente pensare che non ne vale la pena anche perché – come accennavo sopra – la trama è molto semplice e quindi l’aspettativa del lettore potrebbe subire una brusca frenata. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Invece no. Sono i dialoghi che rendono impossibile l’abbandono. Lo scoprire che si può costruire una storia anche attraverso dialoghi tutto sommato semplici nella struttura ma che sono lame taglienti, venti che cambiano direzione in continuazione, parole che scivolano lasciando tracce mai casuali. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">In questo romanzo si può affermare tranquillamente che la Nothomb è un’abile narratrice, un’analizzatrice sottile, un direttore attento e uno stratega di prim\'ordine. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Poi certo, ci sono quantità industriali di simboli, affermazioni che non sono – evidentemente - lì per rafforzare la trama in sé, piuttosto sono messaggi per chi legge, campanelli d’allarme precisi e altamente rumorosi. A tratti nauseanti ma ugualmente interessanti. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">“La gente non sa niente delle metafore. E’ una parola che si vende bene, perché ha un portamento fiero. ‘Metafora’: l’ultimo degli ignoranti percepisce che viene dal greco. Una raffinatezza incredibile, queste etimologie fasulle – fasulle, veramente: quando si conosce una polisemia della preposizione metà e la neutralità buona per tutte le stagioni del verbo phéro, per essere in buona fede si dovrebbe concludere che la parola ‘metafora’ significa qualunque cosa.” (pag.19-20) </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">“ No, mi creda, i libri scritti per pura bontà sono rarissimi. Sono opere che si creano in abiezione e in solitudine, ben sapendo che dopo averle scagliate in faccia al mondo si sarà ancora più soli e abietti. E’normale, la principale caratteristica della gentilezza disinteressata è di essere irriconoscibile, inconoscibile, invisibile, insospettabile, perché un beneficio che dica il suo nome non è mai disinteressato. “ (pag.46-47) </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">“Come! Invece il parallelismo è sorprendente. Questo ammassare, per esempio: si parla di corsa agli armamenti, si dovrebbe dire anche ‘corsa alle letterature’. E’ un argomento di forza come un altro: ogni popolo brandisce il suo scrittore o i suoi scrittori come cannoni.” (pag.52) </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">E questi sono solo alcuni esempi delle prime cinquanta pagine. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">L’impressione è che la Nothomb non solo scriva ‘a filo’ ma con una consapevolezza che va oltre la mera esperienza personale. L’acido, i graffi, la logorroica necessità di spiegare senza essere trasparenti, sono tutti moti che il lettore avverti come ‘veri’ e ‘autentici’ senza che la voce dell’autrice sia distinguibile, specie con il quinto giornalista che – di fatto – è la chiave di volta, il secondo personaggio principale capace di aprire lentamente ogni lucchetto. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Il quinto giornalista è una donna. E viene nominata in molti modi possibili, tutti dispregiativi fino a diventare, nelle ultime pagine ‘la creatura’, ma anche ‘l’avatar’ dello stesso Tach. Non svelerò altro per non togliere il piacere della scoperta che davvero in questa parte è potente quanto controversa. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Eppure qui la Nothomb raggiunge vette alte, quindi anche più difficili da cogliere. Si continua a parlare di letteratura, della capacità dei lettori di non leggere davvero, della scrittura. Ma arriva prepotente una nuova onda, inaspettata quanto profonda: l’amore o meglio, alcuni angoli precisi dell’amare, del volere così bene a qualcun altro da. Angoli bui, certo, duri e difficili da comprendere eppure nitidi nel loro esistere e affermarsi. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Le teorie espresse dallo scrittore sono, il più delle volte, difficili da riconoscere ed accettare perché forano ogni tipo di struttura sociale e, a tratti, anche umana. Eppure verso la fine qualcosa sembra quadrare nell’assurdità generale, qualcosa torna tra domande e risposte sempre più serrate, ansimanti. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Credo che in questo libro, il lettore possa trovarci molto o poco, dipende dalle possibilità che si danno alle parole, dall’impegno e dall’apertura verso una narrazione fuori da moltissimi schemi abituali. C’è una trama di base, ci sono personaggi e dialoghi determinanti. Ma è il contenuto a necessitare di antenne e analisi. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Perché, in fondo, quello che sembra non è quello che è, comunque. Sin dalle prime pagine. Solo che la Nothomb oltrepassa molti confini, non si limita a giocare coi ruoli e le aspettative. Propone precisi ragionamenti di una lucidità e complessità disarmanti. Che stendono. Ma possono anche irritare o far sbadigliare. Perché se non si arriva a una qualche decodifica resta davvero poco di un romanzo dove i personaggi dialogano tra loro, non ci sono altre azioni, tanto meno scene complesse o intrecci specifici (perfino sul finale, i legami e gli intenti si svelano con semplicità). </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">La Nothomb non scrive storie e basta. Raccoglie alcune contraddizioni di questa nostra società moderna. E lo fa vomitandoci sopra, sputando e ruttando. Lo fa con il preciso intento di colpire, di fare molto male. Di disgustare perfino pur di procurare una qualche reazione. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Di questo libro si potrebbero scrivere molti commenti, ma che lascia indifferenti (in un verso o nell’altro) mi sembra impossibile. </font></p>\n<p align=\"justify\"><b><font size=\"2\">EDIZIONE ESAMINATA e BREVI NOTE </font></b></p>\n<p align=\"justify\"><a href=\"http://www.voland.it/\"><font size=\"2\">Amélie Nothomb</font></a><font size=\"2\"> (Kobe, Giappone, 1967), scrittrice belga di lingua francese. “Igiene dell’assassino” è stato il suo primo romanzo. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\"><i>Igiene dell’assassino di Amélie Nothomb – Guanda</i> - Le Fenici Tascabili aprile 2008. Traduzione di Biancamaria Bruno. </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\">Prima edizione: Voland, 1992.</font><font size=\"2\"><br /><b>Approfondimento in rete</b>: </font><a href=\"http://www.mademoisellenothomb.com/\"><font size=\"2\">Mademoiselle Nothomb</font></a><font size=\"2\"> / </font><a href=\"http://www.girodivite.it/antenati/xxisec/_nothomb.htm\"><font size=\"2\">Antenati</font></a><font size=\"2\"> / </font><a href=\"http://www.lettera.com/mag/articolo.jsp?id=12023\"><font size=\"2\">Lettera</font></a><font size=\"2\"> </font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\"><b>Nothomb in Lankelot</b>: </font></p>\n<div class=\"clear-block\">\n<div class=\"view view-Archivio-per-autore view-id-Archivio_per_autore view-display-id-page_1 view-dom-id-1\">\n<div class=\"view-content\">\n<div class=\"views-row views-row-1 views-row-odd views-row-first\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Antichrista\" title=\"Antichrista\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-antichrista.html\">Antichrista</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-2 views-row-even\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Attentato\" title=\"Attentato\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-attentato.html\">Attentato</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-3 views-row-odd\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Causa di forza maggiore\" title=\"Causa di forza maggiore\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-amelie-causa-di-forza-maggiore.html\">Causa di forza maggiore</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/epicentro\">epicentro</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-4 views-row-even\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Cosmetica del nemico\" title=\"Cosmetica del nemico\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-cosmetica-del-nemico.html\">Cosmetica del nemico</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-5 views-row-odd\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Diario di Rondine\" title=\"Diario di Rondine\" href=\"../../../../../letteratura/amelie-nothomb-diario-di-rondine.html\">Diario di Rondine</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/AngelaMigliore\">AngelaMigliore</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-6 views-row-even\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Dizionario dei nomi propri\" title=\"Dizionario dei nomi propri\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-dizionario-dei-nomi-propri.html\">Dizionario dei nomi propri</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-7 views-row-odd\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Igiene dell&amp;amp;#039;assassino\" title=\"Igiene dell&amp;amp;#039;assassino\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-igiene-dellassassino.html\">Igiene dell\'assassino</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-8 views-row-even\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Igiene dell&amp;amp;#039;assassino\" title=\"Igiene dell&amp;amp;#039;assassino\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-igiene-dellassassino-2.html\">Igiene dell\'assassino</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/baol70\">baol70</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-9 views-row-odd\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Igiene dell&amp;amp;#039;assassino\" title=\"Igiene dell&amp;amp;#039;assassino\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-amelie-igiene-dell-assassino.html\">Igiene dell\'assassino</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/BarbaraGozzi\">BarbaraGozzi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-10 views-row-even\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"L&amp;amp;#039;entrata di Cristo a Bruxelles\" title=\"L&amp;amp;#039;entrata di Cristo a Bruxelles\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-amelie-l-entrata-di-cristo-a-bruxelles.html\">L\'entrata di Cristo a Bruxelles</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-11 views-row-odd\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Le Catilinarie\" title=\"Le Catilinarie\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-le-catilinarie.html\">Le Catilinarie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-12 views-row-even\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Libri da ardere\" title=\"Libri da ardere\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-amelie-libri-da-ardere.html\">Libri da ardere</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-13 views-row-odd\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Mercurio\" title=\"Mercurio\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-amelie-mercurio.html\">Mercurio</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/monnalisa\">monnalisa</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-14 views-row-even\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Mercurio\" title=\"Mercurio\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-mercurio.html\">Mercurio</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-15 views-row-odd\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Metafisica dei tubi\" title=\"Metafisica dei tubi\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-metafisica-dei-tubi.html\">Metafisica dei tubi</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-16 views-row-even\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Né di Eva né di Adamo\" title=\"Né di Eva né di Adamo\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-amelie-ne-di-eva-ne-di-adamo.html\">Né di Eva né di Adamo</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/Movida\">Movida</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-17 views-row-odd\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Ritorno a Pompei\" title=\"Ritorno a Pompei\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-ritorno-a-pompei.html\">Ritorno a Pompei</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-18 views-row-even\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Sabotaggio d&amp;amp;#039;amore\" title=\"Sabotaggio d&amp;amp;#039;amore\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-sabotaggio-damore-2.html\">Sabotaggio d\'amore</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/baol70\">baol70</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-19 views-row-odd\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Sabotaggio d&amp;amp;#039;amore\" title=\"Sabotaggio d&amp;amp;#039;amore\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-sabotaggio-damore.html\">Sabotaggio d\'amore</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n<div class=\"views-row views-row-20 views-row-even views-row-last\"><span class=\"views-field-field-autore-value\"> <span class=\"field-content\"><a class=\"active\" href=\"../../../../../archivio-articoli/Nothomb%20Am%C3%A9lie\">Nothomb Amélie</a></span> </span> - <span class=\"views-field-title\"> <span class=\"field-content\"><a alt=\"Stupore e tremori\" title=\"Stupore e tremori\" href=\"../../../../../letteratura/nothomb-stupore-e-tremori.html\">Stupore e tremori</a></span> </span> - <span class=\"views-field-name\"> <span class=\"field-content\"><a href=\"../../../../../autori/franchi\">franchi</a></span> </span></div>\n</div>\n</div>\n</div>\n<p align=\"justify\">&nbsp;</p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\"><br />\n<hr align=\"center\" size=\"2\" width=\"100%\" /></font></p>\n<p align=\"justify\"><font size=\"2\"><b>Barbara Gozzi</b>.<strong> Agosto, 2008.&nbsp; </strong></font></p>\n', created = 1487442472, expire = 1487528872, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:77a6ed26cdf61b7a6a8e63d89fb3dcc5' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:18ae24d42b30e361f33e661fd01ac178' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>La Nothomb non scrive storie e basta. Raccoglie alcune contraddizioni di questa nostra società moderna. E lo fa vomitandoci sopra, sputando e ruttando. Lo fa con il preciso intento di colpire, di fare molto male. Di disgustare perfino pur di procurare una qualche reazione.</p>\n<p>Di questo libro si potrebbero scrivere molti commenti, ma che lascia indifferenti (in un verso o nell?altro) mi sembra impossibile.<br />\n---------</p>\n<p>Come già accennato a Gianfranco, non ho più la possibilità di scrivere approfonditamente di quello che leggo. Purtroppo tempo ed energie difettano. Ma continuo a scrivere, con minore rigore diciamo. Spero ugualmente di riuscire a trasmettere la passione per quello che leggo, la condivisione.</p>\n<p>Un saluto a tutti,<br />\nBarbara</p>\n', created = 1487442472, expire = 1487528872, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:18ae24d42b30e361f33e661fd01ac178' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:ec0d93dd54bf3b989a7d72246a78c3cb' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Bentornata:). E grazie di cuore per la nuova condivisione. Tempo ed energie torneranno. Noi aspetteremo;).</p>\n', created = 1487442472, expire = 1487528872, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:ec0d93dd54bf3b989a7d72246a78c3cb' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:b0d07cc7d5a327c2a5f5f9d7c0015329' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>\". La struttura è di una semplicità disarmante.<br />\nEppure ogni pagina mostra come si può, tenere alta ?la tensione?, le aspettative e la voglia di proseguire senza usare particolari effetti speciali. Solo attraverso dialoghi serrati che passano dal grottesco al drammatico al disgustoso all?irreale al patetico al crudele al romantico all?ironico e oltre. Un gioco a due, lo si potrebbe definire\".</p>\n<p>> Sacrosanto. A.N. è maestra nell\'arte del dialogo, e della descrizione breve e assassina. E\' maestra nel cantare la bellezza e la sua antitesi, l\'amore e le sue antitesi tante, e l\'appartenenza a una e una cosa soltanto: la scrittura.</p>\n', created = 1487442472, expire = 1487528872, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:b0d07cc7d5a327c2a5f5f9d7c0015329' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:c8436bd05d1de2569f87917af5fff5ff' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>\"? No, mi creda, i libri scritti per pura bontà sono rarissimi. Sono opere che si creano in abiezione e in solitudine, ben sapendo che dopo averle scagliate in faccia al mondo si sarà ancora più soli e abietti. E?normale, la principale caratteristica della gentilezza disinteressata è di essere irriconoscibile, inconoscibile, invisibile, insospettabile, perché un beneficio che dica il suo nome non è mai disinteressato. ? (pag.46-47)\"</p>\n<p>> Forse una o due persone da presentare a P. Tach le avrei.</p>\n', created = 1487442472, expire = 1487528872, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:c8436bd05d1de2569f87917af5fff5ff' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:9cd7097a7b36a56a6227638cee057b2b' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>\"La Nothomb non scrive storie e basta. Raccoglie alcune contraddizioni di questa nostra società moderna. E lo fa vomitandoci sopra, sputando e ruttando. Lo fa con il preciso intento di colpire, di fare molto male. Di disgustare perfino pur di procurare una qualche reazione.\"</p>\n<p>> Forse lo fa semplicemente descrivendo. Che a certi livelli diventa difficile, perché si diventa crudi, sembrano lastre. La lastra di un bel corpo mostra sempre le ossa; la tac di qualcosa di malato è sempre fredda e nominare quel che si vede fa sempre molto freddo;).</p>\n', created = 1487442472, expire = 1487528872, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:9cd7097a7b36a56a6227638cee057b2b' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:7a9bd4ca0c3ef223230ea98b8d9c4be6' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<div class=\"autopromo_verticale\"><img alt=\"\" height=\"373\" width=\"104\" src=\"/sites/default/files/pictures/autopromo_vert.gif\" /></div>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:c70ca3b11c7653d20a27fa81e9cb105c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: small;\">C’è un certo consenso di critica attorno a Daniele Timpano e alla sua “Storia cadaverica d’Italia”, trilogia di testi teatrali (“Dux in scatola”, “Risorgimento pop” e “Aldo morto”) in cui l’autore-attore romano mette in scena un tris di cadaveri-monumento (quelli di Mazzini, Mussolini e Moro) a simboleggiare la nostra identità nazionale nata morta.</span></p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:c70ca3b11c7653d20a27fa81e9cb105c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0f84be7f620014cb132bc4fb2c11a402' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">C’è stato un tempo in cui la letteratura era ambiziosa, contigua alla filosofia, metafisica almeno nelle domande che si poneva, anche se non nelle risposte che si dava. Figlia di Dostoevskij e di Nietzsche, s’interrogava sul male, sull’aldilà del Bene e del Male, sui limiti della sconfinata libertà dell’uomo. Dio era morto già, ma sepolto da poco, tanto la filosofia quanto la letteratura ancora ne elaboravano il lutto e perciò ancora gli dedicavano pagine di appassionata negazione, anziché l’indifferenza della secolarizzazione compiuta e definitiva. Era il tempo dei filosofi scrittori, come Sartre, o degli scrittori-filosofi, come Camus, e dei filosofi impliciti, seguaci di Nietzsche, come Gide.</p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0f84be7f620014cb132bc4fb2c11a402' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:d24f75840505583f3600f2bd20df4d85' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: small;\">Qualche anno fa, nel quartiere Testaccio a Roma, il nuovo spazio “Macro Future” venne inaugurato con una collettiva, “Into me, out of me”, proveniente dal PS1 di New York: centoquaranta artisti tra i più rinomati nel panorama internazionale (da Marina Abramovic ad Andrès Serrano, da Valie Export a Chris Burden, dagli azionisti viennesi a Nan Goldin) chiamati a illustrare, con foto, installazioni e videoarte, il tema del corpo e della fisicità, attraverso temi come la sessualità e la riproduzione, l’aggressione e la violenza, i processi metabolici e organici. <br /></span></p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:d24f75840505583f3600f2bd20df4d85' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:142523104ec8db0215a272c44cebea61' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p><span style=\"mso-bidi-font-family:Calibri;mso-bidi-theme-font:minor-latin\">I vampiri <i style=\"mso-bidi-font-style:normal\">indie rock </i>di Jim Jarmusch, ultima incarnazione dei suoi personaggi marginali e alienati, sono creature fieramente snob. Leggono Shakespeare, Beckett e D. F. Wallace, collezionano dischi in vinile e chitarre elettriche vintage, e possiedono una cultura raffinata che spazia dalla botanica all’astronomia. Amano circondarsi di multiforme bellezza, per questo odiano il ventunesimo secolo, Los Angeles e l’intera stirpe degli uomini, che devastano la terra e ne perseguitano le menti migliori.</span></p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:142523104ec8db0215a272c44cebea61' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:1373d8b1fa131fda903a3f7d7b92f220' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">La zia «Lali non aveva mai lavorato, distesa sull’amaca in giardino d’estate amava dire, Il tempo che ti abbonda tra le mani può divorarti. Ti abbonda del tempo tra le mani, zia?».</p>\n<p style=\"text-align: justify;\">Ti abbonda del tempo tra le mani, zia. Leggo e rileggo questa improbabile frase, così grassa, così farcita di superfluo e mi domando come ha potuto Ornela Vorpsi disimparare a scrivere. Ripenso al suo primo libro, \"Il paese dove non si muore mai\", che lei, albanese, aveva scritto in un italiano gustoso e con una prosa vispa e spontanea, ripenso alla sua capacità di giocare col macabro e di intrattenere col drammatico dei ricordi della sua infanzia comunista a Tirana, e mi chiedo cosa rimane di quella leggerezza in questo “Fuorimondo”.</p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:1373d8b1fa131fda903a3f7d7b92f220' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Cari soci attuali e futuri, collaboratori, collaboratrici, lettrici e lettori, l\'ultimo editoriale pubblicato su lankelot risale al febbraio 2014. Scrivevo che \"il passaggio da lankelot a lankenauta è slittato a data da destinarsi\". Poi il silenzio, proprio per evitare di ripetersi e così diventare stucchevoli. Non è il caso adesso di ripercorrere le tante vicissitudini di un progetto che, salvo qualche piccolo dettaglio da completare, è ormai giunto a destinazione. Questo vorrà dire che i prossimi editoriali, finalmente pubblicabili ogni trimestre, non appariranno più su lankelot.eu.</p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p align=\"justify\"><b>liquidàre</b> <br /><i>v. 1ª tr.</i> (Ind. pres. <i>lìquido</i>) calcolare, determinare una ragione di credito, un conto e sim. e provvedere al relativo pagamento; est.: <i>liquidare un impiegato</i>, corrispondergli, alla cessazione del rapporto di lavoro, ciò che gli spetta come buonuscita; <i>liquidare una merce</i>, venderla a prezzo di realizzo; svenderla&nbsp;&nbsp;&nbsp; <br />com. pagare&nbsp; <br />fig.: <i>liquidare un affare</i>, concluderlo; <i>liquidare una questione</i>, risolverla, deciderla; <i>liquidare qu.</i>, levarselo d’attorno o, anche, ucciderlo.</p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>“Una volta in scena come capisce se lo spettacolo funziona, se interessa il pubblico?</p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Parlare ancora di <a href=\"https://it.wikipedia.org/wiki/Pier_Paolo_Pasolini\">Pasolini</a> nel 2016 può essere molto rischioso. Prima di tutto perché ci si può imbattere nello spettro dell’agiografia, una trappola che inghiotte con disarmante facilità a causa della personalità così ingombrante di Pasolini, col suo piglio rivoluzionario oggi in via di beatificazione. Ma questo è un fenomeno che generalmente resta in superficie, tra le penne dei gazzettieri che delirano di settima arte. Un altro rischio è quello di non avere niente di nuovo da dire e – cosa ancor peggiore – essere incapaci di nasconderlo.</p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Durante la lettura di <i>Gli ultimi ragazzi del secolo</i> ho provato interesse, rabbia, divertimento, curiosità, fastidio, disillusione, partecipazione, mi sono trovato a volte in accordo e altre in disaccordo, e non sono poi molti i libri capaci di farmi qualcosa del genere, al di là del piacere o meno che possa aver avuto leggendo. È un romanzo, autobiografico, che invita al confronto, se non proprio al conflitto, fin dalla copertina, con l\'immagine di un ragazzino che guarda fuori campo, chissà cosa, con aria di sfida. Ragazzino che, scopre chi è interessato alle immagini che sono sui/nei libri, è proprio l\'autore, Alessandro Bertante, che sembra cercare di replicare, da adulto, lo stesso sguardo all\'interno della quarta di copertina. Un\'altra fotografia mostra il ponte di Mostar.</p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:8254df3a9dff639c914fa4b704377f51' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:9b59f143cbeeada54af5b92b70b24158' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:b8283cedf3cdce3d78cc15aeb78b3f76' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Lankelot © 2000-2013 Gianfranco Franchi - Illustrazione header © <a href=\"http://www.maurizioceccato.it/\">Maurizio Ceccato</a> - Art direction <a href=\"http://www.fiammafranchi.com/\">Fiamma Franchi</a> - sviluppato da <a href=\"http://www.intellijam.it/\">Intellijam</a> su piattaforma Drupal nel 2009. Adattamento 3.1 a cura di <a href=\"http://algorithmica.it/\">Algorithmica</a>, 2011. Online dal 1 aprile 2003.</p>\n', created = 1487442473, expire = 1487528873, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:85024d06659faf313465fa09e3942527' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.

Nothomb Amélie

Igiene dell'assassino

Autore: 
Nothomb Amélie

Appunti di lettura di ‘Igiene dell’assassino’ di Amélie Nothomb

‘Igiene dell’assassino’ è il primo libro della Nothomb che leggo.
E, complice le vacanze, l’ho finito in due giorni. Non tanto per la semplicità, tutt’altro ma per la ‘forza risucchio ‘.
E’ una trama semplice, quella a cui si avvicina il lettore eppure cela imbrogli a ogni capitolo, mostra dettagli nuovi, giochi di parole e simbolismi potenti quanto contorti.

Prétextat Tach, premio nobel per la letteratura, e autore di più di una ventina di libri pubblicati e molti altri ancora ‘nel cassetto’, scopre di avere due mesi circa di vita. Una rara forma di cancro alle cartilagini sta divorando il suo corpo enorme e non gli da scampo. Nell’attesa, trincerato in un casa buia e silenziosa, accetta di incontrare cinque giornalisti. Con ognuno avrà scambi verbali diversi ma solo uno, l’ultimo, riuscirà a non lasciarsi schiacciare dalle capacità lessicali, logiche, culturali e, in una parola, ‘feroci’ dell’ormai condannato scrittore famoso.

I capitoli dunque, ricalcano le interviste. La struttura è di una semplicità disarmante.
Eppure ogni pagina mostra come si può, tenere alta ‘la tensione’, le aspettative e la voglia di proseguire senza usare particolari effetti speciali. Solo attraverso dialoghi serrati che passano dal grottesco al drammatico al disgustoso all’irreale al patetico al crudele al romantico all’ironico e oltre. Un gioco a due, lo si potrebbe definire. Tach e lo sventurato giornalista di turno riescono a tenere il lettore incollato alle pagine, almeno a me è capitato per quanto non mi sentirei di definirla una ‘tipica lettura estiva’ nel senso che richiede decodifiche complesse, pur proponendo una serie di colpi di scena, verso la fine, che solleticano la curiosità.

Il vero scoglio iniziale è senza dubbio la lingua, l’uso calibrato di vocaboli ricercati, strategici mi verrebbe da aggiungere. Immane, ottuagenario, vegliardo, tachiani, imberbe, epitaffio, teutone, sepolcrale, risatina giallastra, perifrasi abituali sono solo alcuni dei termini che nelle prime pagine non possono lasciare il lettore indifferente. Per il contesto, in cui sono inseriti, la ‘scioltezza’ con cui sono usati e allo stesso tempo la complessità dei significati. L’inizio insomma, richiede attenzione e si potrebbe facilmente pensare che non ne vale la pena anche perché – come accennavo sopra – la trama è molto semplice e quindi l’aspettativa del lettore potrebbe subire una brusca frenata.

Invece no. Sono i dialoghi che rendono impossibile l’abbandono. Lo scoprire che si può costruire una storia anche attraverso dialoghi tutto sommato semplici nella struttura ma che sono lame taglienti, venti che cambiano direzione in continuazione, parole che scivolano lasciando tracce mai casuali.

In questo romanzo si può affermare tranquillamente che la Nothomb è un’abile narratrice, un’analizzatrice sottile, un direttore attento e uno stratega di prim'ordine.

Poi certo, ci sono quantità industriali di simboli, affermazioni che non sono – evidentemente - lì per rafforzare la trama in sé, piuttosto sono messaggi per chi legge, campanelli d’allarme precisi e altamente rumorosi. A tratti nauseanti ma ugualmente interessanti.

“La gente non sa niente delle metafore. E’ una parola che si vende bene, perché ha un portamento fiero. ‘Metafora’: l’ultimo degli ignoranti percepisce che viene dal greco. Una raffinatezza incredibile, queste etimologie fasulle – fasulle, veramente: quando si conosce una polisemia della preposizione metà e la neutralità buona per tutte le stagioni del verbo phéro, per essere in buona fede si dovrebbe concludere che la parola ‘metafora’ significa qualunque cosa.” (pag.19-20)

“ No, mi creda, i libri scritti per pura bontà sono rarissimi. Sono opere che si creano in abiezione e in solitudine, ben sapendo che dopo averle scagliate in faccia al mondo si sarà ancora più soli e abietti. E’normale, la principale caratteristica della gentilezza disinteressata è di essere irriconoscibile, inconoscibile, invisibile, insospettabile, perché un beneficio che dica il suo nome non è mai disinteressato. “ (pag.46-47)

“Come! Invece il parallelismo è sorprendente. Questo ammassare, per esempio: si parla di corsa agli armamenti, si dovrebbe dire anche ‘corsa alle letterature’. E’ un argomento di forza come un altro: ogni popolo brandisce il suo scrittore o i suoi scrittori come cannoni.” (pag.52)

E questi sono solo alcuni esempi delle prime cinquanta pagine.

L’impressione è che la Nothomb non solo scriva ‘a filo’ ma con una consapevolezza che va oltre la mera esperienza personale. L’acido, i graffi, la logorroica necessità di spiegare senza essere trasparenti, sono tutti moti che il lettore avverti come ‘veri’ e ‘autentici’ senza che la voce dell’autrice sia distinguibile, specie con il quinto giornalista che – di fatto – è la chiave di volta, il secondo personaggio principale capace di aprire lentamente ogni lucchetto.

Il quinto giornalista è una donna. E viene nominata in molti modi possibili, tutti dispregiativi fino a diventare, nelle ultime pagine ‘la creatura’, ma anche ‘l’avatar’ dello stesso Tach. Non svelerò altro per non togliere il piacere della scoperta che davvero in questa parte è potente quanto controversa.

Eppure qui la Nothomb raggiunge vette alte, quindi anche più difficili da cogliere. Si continua a parlare di letteratura, della capacità dei lettori di non leggere davvero, della scrittura. Ma arriva prepotente una nuova onda, inaspettata quanto profonda: l’amore o meglio, alcuni angoli precisi dell’amare, del volere così bene a qualcun altro da. Angoli bui, certo, duri e difficili da comprendere eppure nitidi nel loro esistere e affermarsi.

Le teorie espresse dallo scrittore sono, il più delle volte, difficili da riconoscere ed accettare perché forano ogni tipo di struttura sociale e, a tratti, anche umana. Eppure verso la fine qualcosa sembra quadrare nell’assurdità generale, qualcosa torna tra domande e risposte sempre più serrate, ansimanti.

Credo che in questo libro, il lettore possa trovarci molto o poco, dipende dalle possibilità che si danno alle parole, dall’impegno e dall’apertura verso una narrazione fuori da moltissimi schemi abituali. C’è una trama di base, ci sono personaggi e dialoghi determinanti. Ma è il contenuto a necessitare di antenne e analisi.

Perché, in fondo, quello che sembra non è quello che è, comunque. Sin dalle prime pagine. Solo che la Nothomb oltrepassa molti confini, non si limita a giocare coi ruoli e le aspettative. Propone precisi ragionamenti di una lucidità e complessità disarmanti. Che stendono. Ma possono anche irritare o far sbadigliare. Perché se non si arriva a una qualche decodifica resta davvero poco di un romanzo dove i personaggi dialogano tra loro, non ci sono altre azioni, tanto meno scene complesse o intrecci specifici (perfino sul finale, i legami e gli intenti si svelano con semplicità).

La Nothomb non scrive storie e basta. Raccoglie alcune contraddizioni di questa nostra società moderna. E lo fa vomitandoci sopra, sputando e ruttando. Lo fa con il preciso intento di colpire, di fare molto male. Di disgustare perfino pur di procurare una qualche reazione.

Di questo libro si potrebbero scrivere molti commenti, ma che lascia indifferenti (in un verso o nell’altro) mi sembra impossibile.

EDIZIONE ESAMINATA e BREVI NOTE

Amélie Nothomb (Kobe, Giappone, 1967), scrittrice belga di lingua francese. “Igiene dell’assassino” è stato il suo primo romanzo.

Igiene dell’assassino di Amélie Nothomb – Guanda - Le Fenici Tascabili aprile 2008. Traduzione di Biancamaria Bruno.

Prima edizione: Voland, 1992.
Approfondimento in rete:
Mademoiselle Nothomb / Antenati / Lettera

Nothomb in Lankelot:

 



Barbara Gozzi. Agosto, 2008. 

ISBN/EAN: 
9788882463663

Commenti

La Nothomb non scrive storie e basta. Raccoglie alcune contraddizioni di questa nostra società moderna. E lo fa vomitandoci sopra, sputando e ruttando. Lo fa con il preciso intento di colpire, di fare molto male. Di disgustare perfino pur di procurare una qualche reazione.

Di questo libro si potrebbero scrivere molti commenti, ma che lascia indifferenti (in un verso o nell?altro) mi sembra impossibile.
---------

Come già accennato a Gianfranco, non ho più la possibilità di scrivere approfonditamente di quello che leggo. Purtroppo tempo ed energie difettano. Ma continuo a scrivere, con minore rigore diciamo. Spero ugualmente di riuscire a trasmettere la passione per quello che leggo, la condivisione.

Un saluto a tutti,
Barbara

Bentornata:). E grazie di cuore per la nuova condivisione. Tempo ed energie torneranno. Noi aspetteremo;).

". La struttura è di una semplicità disarmante.
Eppure ogni pagina mostra come si può, tenere alta ?la tensione?, le aspettative e la voglia di proseguire senza usare particolari effetti speciali. Solo attraverso dialoghi serrati che passano dal grottesco al drammatico al disgustoso all?irreale al patetico al crudele al romantico all?ironico e oltre. Un gioco a due, lo si potrebbe definire".

> Sacrosanto. A.N. è maestra nell'arte del dialogo, e della descrizione breve e assassina. E' maestra nel cantare la bellezza e la sua antitesi, l'amore e le sue antitesi tante, e l'appartenenza a una e una cosa soltanto: la scrittura.

"? No, mi creda, i libri scritti per pura bontà sono rarissimi. Sono opere che si creano in abiezione e in solitudine, ben sapendo che dopo averle scagliate in faccia al mondo si sarà ancora più soli e abietti. E?normale, la principale caratteristica della gentilezza disinteressata è di essere irriconoscibile, inconoscibile, invisibile, insospettabile, perché un beneficio che dica il suo nome non è mai disinteressato. ? (pag.46-47)"

> Forse una o due persone da presentare a P. Tach le avrei.

"La Nothomb non scrive storie e basta. Raccoglie alcune contraddizioni di questa nostra società moderna. E lo fa vomitandoci sopra, sputando e ruttando. Lo fa con il preciso intento di colpire, di fare molto male. Di disgustare perfino pur di procurare una qualche reazione."

> Forse lo fa semplicemente descrivendo. Che a certi livelli diventa difficile, perché si diventa crudi, sembrano lastre. La lastra di un bel corpo mostra sempre le ossa; la tac di qualcosa di malato è sempre fredda e nominare quel che si vede fa sempre molto freddo;).