• user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:023893eac211e3028128aecf70ff5af2' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">E\' stato Victor Hugo a scrivere, probabilmente per la prima volta, del \"personaggio muto\". Lo ha ricordato Olga Jesurum grazie alla citazione di un brano tratto da \"Sul grottesco\": \"Il luogo dove è avvenuta una catastrofe, ne diviene un testimonio terribile e inseparabile e l\'assenza di questa specie di personaggio muto renderebbe incomplete nel dramma le scene più importanti della vicenda\" (pp.8). In altri termini, secondo lo scrittore francese, la scenografia in ambito teatrale assumerebbe l\'importanza di un personaggio, anche se muto. Anche il teatro musicale ha visto sempre più affermarsi il ruolo della scenografia e proprio questa prospettiva, negli anni, è stata oggetto degli studi della musicologa Olga Jesurum. Ne è scaturito il libro edito dall\'Istituto Nazionale Studi Verdiani, storia dell\'interpretazione scenografica delle opere di Verdi; e in particolare dei \"Vespri siciliani\", di \"Traviata\", di \"Un ballo in maschera\" e della \"Forza del destino\". Una pubblicazione esteticamente molto ben curata, arricchita da una ricca selezione iconografica di scene e bozzetti, e soprattutto caratterizzata da una scrupolosa attenzione per l\'evoluzione degli allestimenti delle quattro opere: le soluzioni adottate dai primi allestitori ottocenteschi, realizzate per lo più secondo i dettami dello stesso Verdi, passando per l\'evoluzione delle idee del maestro di Busseto sul teatro musicale (ad esempio la sempre più stretta corrispondenza tra elemento visivo e componente musicale), per le novità indotte da un\'organizzazione teatrale in mutamento, per approdare infine alla metà del secolo scorso con gli allestimenti - tra i tanti - di Primo Conti e di Lila De Nobili.</p>\n<div style=\"text-align:justify\">Due secoli di scenografia verdiana che sono stati raccontati anche sulla scorta di un confronto fra scenari. In particolare tra la fonte letteraria delle opere (\"<em><span style=\"font-style:normal;\">La Dame aux camelias\" di</span> </em>Alexandre Dumas, \"La signora delle camelie\" di Tettoni e \"La traviata\" di Francesco Maria Piave) e le prime \"disposizioni sceniche\", ovvero indicazioni verdiane che rappresentarono una sicura guida per lo scenografo ottocentesco, \"diviso tra libertà d\'invenzione e necessità della messinscena\" (pp.49).</div>\n<div style=\"text-align:justify\">Una concezione visiva che muta parzialmente con \"La Forza del destino\": \"il dramma spagnolo si caratterizza infatti per quadri scenici molto ampi, abitati da numerosi personaggi amalgamati in una sorta di tableau vivant\" che \"nel loro insieme esemplificano la varietà del genere umano\" (pp.71). Da qui un mutamento anche del teatro verdiano in quanto tale: lo spettacolo si trasforma e \"non si regge più sulle vicende dei singoli protagonisti, ma tutti gli elementi che nel loro insieme formano i quadri scenici vengono a formare il nuovo dramma\". E\' evidentemente una tappa di quel percorso che poi approderà alla \"visione globale\" del \"Falstaff\", e \"che condizionerà la messinscena del Novecento\" (pp.87).</div>\n<div style=\"text-align:justify\">&nbsp;</div>\n<div style=\"text-align:justify\">\"Il personaggio muto\" quale storia della scenografia del teatro verdiano - mentre a inizio Novecento si delineavano le nuove figure professionali del Direttore degli allestimenti scenici e del Direttore di scena - racconta inoltre l\'Arturo Toscanini più autentico, il musicista che non si limitava semplicemente a dirigere la sua orchestra, e che difatti \"ebbe atteggiamenti per molti versi simili a Verdi, nel controllo dell\'esecuzione musicale e delle parti dello spettacolo (scenari, costumi, luci) poiché conduceva il tutto all\'interpretazione musicale\" (pp.96)</div>\n<div style=\"text-align:justify\">I due secoli di scenografia verdiana, come anticipato, approdano agli anni di Primo Conti e della sua interpretazione del \"Ballo in maschera\" (1935), \"considerata sino a quel momento la più innovativa, la più stravolgente\" (pp.133); e vent\'anni dopo alla Traviata con regia di Visconti, Maria Callas nel ruolo di Violetta e Carlo Maria Giulini direttore d\'orchestra. Un ricordo che significativamente chiude il volume di Olga Jesurum proprio perché quell\'allestimento \"ha portato all\'affermazione definitiva della regia del melodramma, grazie alla quale la concezione intera dello spettacolo, e con essa la scenografia, assunse un significato nuovo senza precedenti\" (pp143).</div>\n<div style=\"text-align:justify\">&nbsp;</div>\n<div style=\"text-align:justify\">&nbsp;</div>\n<div style=\"text-align:justify\"><b>EDIZIONE ESAMINATA e BREVI NOTE:</b></div>\n<div style=\"text-align:justify\"><b>&nbsp;</b></div>\n<div style=\"text-align:justify\"><b>Olga Jesurum</b>, (Roma, 1965), ha conseguito il diploma di Pianoforte nel 1989 presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, sotto la guida di Giuseppe Scotese. Nel 1993 ha vinto il Primo Premio del concorso per una Tesi di Laurea sul Teatro Musicale, indetto dall\'Associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala. Nel 1995 ha vinto la VII edizione del Premio Rotary&nbsp;Giuseppe Verdi, con un progetto di ricerca riguardante le scenografie verdiane a cavallo fra i due secoli. Nel 1996 è stata nominata socio corrispondente della Deputazione di Storia Patria per le Province Parmensi. Dal 2003 al 2008 ha collaborato con il Teatro dell’Opera di Roma per il reperimento e gestione dei fondi delle attività di formazione ed è responsabile del progetto per il recupero conservativo dei costumi del Teatro. Dal 2006 al 2010 ha insegnato Storia della scenografia presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza (Corso di Laurea Magistrale in Forme e Tecniche dello Spettacolo).</div>\n<div style=\"text-align:justify\">&nbsp;</div>\n<div style=\"text-align:justify\">Olga Jesurum, “Il personaggio muto”, Istituto Nazionale Studi Verdiani (collana&nbsp;Premio int. Rotary Club Parma G.\"Verdi\"), Parma 2015, pp.225 + 78 tavole a colori fuori testo.</div>\n<div style=\"text-align:justify\">&nbsp;</div>\n<div style=\"text-align:justify\">Luca Menichetti. Lankelot,&nbsp;agosto 2015</div>\n<p>&nbsp;</p>\n', created = 1487384944, expire = 1487471344, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:023893eac211e3028128aecf70ff5af2' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:3415d2c723f24aaef7c7bf1f67799d4a' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[Il personaggio muto] Il libro è stato pubblicato dall\'Istituto Nazionale Studi Verdiani. E\' \"la storia dell\'interpretazione scenografica delle opere di Verdi; e in particolare dei \"Vespri siciliani\", di \"Traviata\", di \"Un ballo in maschera\" e della \"Forza del destino\".</p>\n', created = 1487384944, expire = 1487471344, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:3415d2c723f24aaef7c7bf1f67799d4a' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:714244bf5a994a0b6c5fc58267fccc73' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[Il personaggio muto] Accidenti. Dev\'essere un libro molto interessante. Sarebbe curioso anche provare a immaginare cosa Verdi avrebbe pensato delle scenografie odierne per le sue opere, degli allestimenti in generale, sulla scorta di quanto si evince da questo testo. </p>\n', created = 1487384944, expire = 1487471344, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:714244bf5a994a0b6c5fc58267fccc73' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:d04370426c658e6e43b60f6459ea0609' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[Il personaggio muto] Specifico: da una parte sembra ci sia stato un percorso coerente rispetto alle idee verdiane, dall\'altra mi chiedo se, preso come ulteriore spartiacque la messinscena del \'55 della Traviata, si siano prese anche altre direzioni. In definitiva, se si può tracciare diciamo un percorso coerente all\'idea verdiana di messinscena o se ci siano state deviazioni etc. Curiosità, appunto.</p>\n', created = 1487384944, expire = 1487471344, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:d04370426c658e6e43b60f6459ea0609' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0d64b2f721e6236bc626b4f1680e5986' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[Il personaggio muto] In merito sicuramente occorrerebbe altro studio specifico, ma da quanto ho potuto cogliere da frequentazioni di teatri e da visioni di Dvd di allestimenti direi che attualmente si viaggia tra una tradizione a volte un po\' asfittica e deviazioni che a volte sono mere provocazioni ad uso di registi che capiscono poco di musica e hanno come obiettivo primario la provocazone in quanto tale. Panorama variegato. (sono ancora in pseduo-ferie, un po\' impicciato, ma tra un 10 giorni ca. dovrei darvi delucidazioni sul sito e qualche altro contributo)</p>\n', created = 1487384944, expire = 1487471344, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0d64b2f721e6236bc626b4f1680e5986' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:7a9bd4ca0c3ef223230ea98b8d9c4be6' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<div class=\"autopromo_verticale\"><img alt=\"\" height=\"373\" width=\"104\" src=\"/sites/default/files/pictures/autopromo_vert.gif\" /></div>\n', created = 1487384944, expire = 1487471344, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:c70ca3b11c7653d20a27fa81e9cb105c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: small;\">C’è un certo consenso di critica attorno a Daniele Timpano e alla sua “Storia cadaverica d’Italia”, trilogia di testi teatrali (“Dux in scatola”, “Risorgimento pop” e “Aldo morto”) in cui l’autore-attore romano mette in scena un tris di cadaveri-monumento (quelli di Mazzini, Mussolini e Moro) a simboleggiare la nostra identità nazionale nata morta.</span></p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:c70ca3b11c7653d20a27fa81e9cb105c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0f84be7f620014cb132bc4fb2c11a402' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">C’è stato un tempo in cui la letteratura era ambiziosa, contigua alla filosofia, metafisica almeno nelle domande che si poneva, anche se non nelle risposte che si dava. Figlia di Dostoevskij e di Nietzsche, s’interrogava sul male, sull’aldilà del Bene e del Male, sui limiti della sconfinata libertà dell’uomo. Dio era morto già, ma sepolto da poco, tanto la filosofia quanto la letteratura ancora ne elaboravano il lutto e perciò ancora gli dedicavano pagine di appassionata negazione, anziché l’indifferenza della secolarizzazione compiuta e definitiva. Era il tempo dei filosofi scrittori, come Sartre, o degli scrittori-filosofi, come Camus, e dei filosofi impliciti, seguaci di Nietzsche, come Gide.</p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0f84be7f620014cb132bc4fb2c11a402' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:d24f75840505583f3600f2bd20df4d85' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: small;\">Qualche anno fa, nel quartiere Testaccio a Roma, il nuovo spazio “Macro Future” venne inaugurato con una collettiva, “Into me, out of me”, proveniente dal PS1 di New York: centoquaranta artisti tra i più rinomati nel panorama internazionale (da Marina Abramovic ad Andrès Serrano, da Valie Export a Chris Burden, dagli azionisti viennesi a Nan Goldin) chiamati a illustrare, con foto, installazioni e videoarte, il tema del corpo e della fisicità, attraverso temi come la sessualità e la riproduzione, l’aggressione e la violenza, i processi metabolici e organici. <br /></span></p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:d24f75840505583f3600f2bd20df4d85' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:142523104ec8db0215a272c44cebea61' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p><span style=\"mso-bidi-font-family:Calibri;mso-bidi-theme-font:minor-latin\">I vampiri <i style=\"mso-bidi-font-style:normal\">indie rock </i>di Jim Jarmusch, ultima incarnazione dei suoi personaggi marginali e alienati, sono creature fieramente snob. Leggono Shakespeare, Beckett e D. F. Wallace, collezionano dischi in vinile e chitarre elettriche vintage, e possiedono una cultura raffinata che spazia dalla botanica all’astronomia. Amano circondarsi di multiforme bellezza, per questo odiano il ventunesimo secolo, Los Angeles e l’intera stirpe degli uomini, che devastano la terra e ne perseguitano le menti migliori.</span></p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:142523104ec8db0215a272c44cebea61' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:1373d8b1fa131fda903a3f7d7b92f220' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">La zia «Lali non aveva mai lavorato, distesa sull’amaca in giardino d’estate amava dire, Il tempo che ti abbonda tra le mani può divorarti. Ti abbonda del tempo tra le mani, zia?».</p>\n<p style=\"text-align: justify;\">Ti abbonda del tempo tra le mani, zia. Leggo e rileggo questa improbabile frase, così grassa, così farcita di superfluo e mi domando come ha potuto Ornela Vorpsi disimparare a scrivere. Ripenso al suo primo libro, \"Il paese dove non si muore mai\", che lei, albanese, aveva scritto in un italiano gustoso e con una prosa vispa e spontanea, ripenso alla sua capacità di giocare col macabro e di intrattenere col drammatico dei ricordi della sua infanzia comunista a Tirana, e mi chiedo cosa rimane di quella leggerezza in questo “Fuorimondo”.</p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:1373d8b1fa131fda903a3f7d7b92f220' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Cari soci attuali e futuri, collaboratori, collaboratrici, lettrici e lettori, l\'ultimo editoriale pubblicato su lankelot risale al febbraio 2014. Scrivevo che \"il passaggio da lankelot a lankenauta è slittato a data da destinarsi\". Poi il silenzio, proprio per evitare di ripetersi e così diventare stucchevoli. Non è il caso adesso di ripercorrere le tante vicissitudini di un progetto che, salvo qualche piccolo dettaglio da completare, è ormai giunto a destinazione. Questo vorrà dire che i prossimi editoriali, finalmente pubblicabili ogni trimestre, non appariranno più su lankelot.eu.</p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p align=\"justify\"><b>liquidàre</b> <br /><i>v. 1ª tr.</i> (Ind. pres. <i>lìquido</i>) calcolare, determinare una ragione di credito, un conto e sim. e provvedere al relativo pagamento; est.: <i>liquidare un impiegato</i>, corrispondergli, alla cessazione del rapporto di lavoro, ciò che gli spetta come buonuscita; <i>liquidare una merce</i>, venderla a prezzo di realizzo; svenderla&nbsp;&nbsp;&nbsp; <br />com. pagare&nbsp; <br />fig.: <i>liquidare un affare</i>, concluderlo; <i>liquidare una questione</i>, risolverla, deciderla; <i>liquidare qu.</i>, levarselo d’attorno o, anche, ucciderlo.</p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>“Una volta in scena come capisce se lo spettacolo funziona, se interessa il pubblico?</p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Parlare ancora di <a href=\"https://it.wikipedia.org/wiki/Pier_Paolo_Pasolini\">Pasolini</a> nel 2016 può essere molto rischioso. Prima di tutto perché ci si può imbattere nello spettro dell’agiografia, una trappola che inghiotte con disarmante facilità a causa della personalità così ingombrante di Pasolini, col suo piglio rivoluzionario oggi in via di beatificazione. Ma questo è un fenomeno che generalmente resta in superficie, tra le penne dei gazzettieri che delirano di settima arte. Un altro rischio è quello di non avere niente di nuovo da dire e – cosa ancor peggiore – essere incapaci di nasconderlo.</p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Durante la lettura di <i>Gli ultimi ragazzi del secolo</i> ho provato interesse, rabbia, divertimento, curiosità, fastidio, disillusione, partecipazione, mi sono trovato a volte in accordo e altre in disaccordo, e non sono poi molti i libri capaci di farmi qualcosa del genere, al di là del piacere o meno che possa aver avuto leggendo. È un romanzo, autobiografico, che invita al confronto, se non proprio al conflitto, fin dalla copertina, con l\'immagine di un ragazzino che guarda fuori campo, chissà cosa, con aria di sfida. Ragazzino che, scopre chi è interessato alle immagini che sono sui/nei libri, è proprio l\'autore, Alessandro Bertante, che sembra cercare di replicare, da adulto, lo stesso sguardo all\'interno della quarta di copertina. Un\'altra fotografia mostra il ponte di Mostar.</p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:8254df3a9dff639c914fa4b704377f51' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:9b59f143cbeeada54af5b92b70b24158' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:b8283cedf3cdce3d78cc15aeb78b3f76' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Lankelot © 2000-2013 Gianfranco Franchi - Illustrazione header © <a href=\"http://www.maurizioceccato.it/\">Maurizio Ceccato</a> - Art direction <a href=\"http://www.fiammafranchi.com/\">Fiamma Franchi</a> - sviluppato da <a href=\"http://www.intellijam.it/\">Intellijam</a> su piattaforma Drupal nel 2009. Adattamento 3.1 a cura di <a href=\"http://algorithmica.it/\">Algorithmica</a>, 2011. Online dal 1 aprile 2003.</p>\n', created = 1487384945, expire = 1487471345, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:85024d06659faf313465fa09e3942527' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.

Jesurum Olga

Il personaggio muto

Autore: 
Jesurum Olga

E' stato Victor Hugo a scrivere, probabilmente per la prima volta, del "personaggio muto". Lo ha ricordato Olga Jesurum grazie alla citazione di un brano tratto da "Sul grottesco": "Il luogo dove è avvenuta una catastrofe, ne diviene un testimonio terribile e inseparabile e l'assenza di questa specie di personaggio muto renderebbe incomplete nel dramma le scene più importanti della vicenda" (pp.8). In altri termini, secondo lo scrittore francese, la scenografia in ambito teatrale assumerebbe l'importanza di un personaggio, anche se muto. Anche il teatro musicale ha visto sempre più affermarsi il ruolo della scenografia e proprio questa prospettiva, negli anni, è stata oggetto degli studi della musicologa Olga Jesurum. Ne è scaturito il libro edito dall'Istituto Nazionale Studi Verdiani, storia dell'interpretazione scenografica delle opere di Verdi; e in particolare dei "Vespri siciliani", di "Traviata", di "Un ballo in maschera" e della "Forza del destino". Una pubblicazione esteticamente molto ben curata, arricchita da una ricca selezione iconografica di scene e bozzetti, e soprattutto caratterizzata da una scrupolosa attenzione per l'evoluzione degli allestimenti delle quattro opere: le soluzioni adottate dai primi allestitori ottocenteschi, realizzate per lo più secondo i dettami dello stesso Verdi, passando per l'evoluzione delle idee del maestro di Busseto sul teatro musicale (ad esempio la sempre più stretta corrispondenza tra elemento visivo e componente musicale), per le novità indotte da un'organizzazione teatrale in mutamento, per approdare infine alla metà del secolo scorso con gli allestimenti - tra i tanti - di Primo Conti e di Lila De Nobili.

Due secoli di scenografia verdiana che sono stati raccontati anche sulla scorta di un confronto fra scenari. In particolare tra la fonte letteraria delle opere ("La Dame aux camelias" di Alexandre Dumas, "La signora delle camelie" di Tettoni e "La traviata" di Francesco Maria Piave) e le prime "disposizioni sceniche", ovvero indicazioni verdiane che rappresentarono una sicura guida per lo scenografo ottocentesco, "diviso tra libertà d'invenzione e necessità della messinscena" (pp.49).
Una concezione visiva che muta parzialmente con "La Forza del destino": "il dramma spagnolo si caratterizza infatti per quadri scenici molto ampi, abitati da numerosi personaggi amalgamati in una sorta di tableau vivant" che "nel loro insieme esemplificano la varietà del genere umano" (pp.71). Da qui un mutamento anche del teatro verdiano in quanto tale: lo spettacolo si trasforma e "non si regge più sulle vicende dei singoli protagonisti, ma tutti gli elementi che nel loro insieme formano i quadri scenici vengono a formare il nuovo dramma". E' evidentemente una tappa di quel percorso che poi approderà alla "visione globale" del "Falstaff", e "che condizionerà la messinscena del Novecento" (pp.87).
 
"Il personaggio muto" quale storia della scenografia del teatro verdiano - mentre a inizio Novecento si delineavano le nuove figure professionali del Direttore degli allestimenti scenici e del Direttore di scena - racconta inoltre l'Arturo Toscanini più autentico, il musicista che non si limitava semplicemente a dirigere la sua orchestra, e che difatti "ebbe atteggiamenti per molti versi simili a Verdi, nel controllo dell'esecuzione musicale e delle parti dello spettacolo (scenari, costumi, luci) poiché conduceva il tutto all'interpretazione musicale" (pp.96)
I due secoli di scenografia verdiana, come anticipato, approdano agli anni di Primo Conti e della sua interpretazione del "Ballo in maschera" (1935), "considerata sino a quel momento la più innovativa, la più stravolgente" (pp.133); e vent'anni dopo alla Traviata con regia di Visconti, Maria Callas nel ruolo di Violetta e Carlo Maria Giulini direttore d'orchestra. Un ricordo che significativamente chiude il volume di Olga Jesurum proprio perché quell'allestimento "ha portato all'affermazione definitiva della regia del melodramma, grazie alla quale la concezione intera dello spettacolo, e con essa la scenografia, assunse un significato nuovo senza precedenti" (pp143).
 
 
EDIZIONE ESAMINATA e BREVI NOTE:
 
Olga Jesurum, (Roma, 1965), ha conseguito il diploma di Pianoforte nel 1989 presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, sotto la guida di Giuseppe Scotese. Nel 1993 ha vinto il Primo Premio del concorso per una Tesi di Laurea sul Teatro Musicale, indetto dall'Associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala. Nel 1995 ha vinto la VII edizione del Premio Rotary Giuseppe Verdi, con un progetto di ricerca riguardante le scenografie verdiane a cavallo fra i due secoli. Nel 1996 è stata nominata socio corrispondente della Deputazione di Storia Patria per le Province Parmensi. Dal 2003 al 2008 ha collaborato con il Teatro dell’Opera di Roma per il reperimento e gestione dei fondi delle attività di formazione ed è responsabile del progetto per il recupero conservativo dei costumi del Teatro. Dal 2006 al 2010 ha insegnato Storia della scenografia presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza (Corso di Laurea Magistrale in Forme e Tecniche dello Spettacolo).
 
Olga Jesurum, “Il personaggio muto”, Istituto Nazionale Studi Verdiani (collana Premio int. Rotary Club Parma G."Verdi"), Parma 2015, pp.225 + 78 tavole a colori fuori testo.
 
Luca Menichetti. Lankelot, agosto 2015

 

ISBN/EAN: 
9788885065581

Commenti

[Il personaggio muto] Il

[Il personaggio muto] Il libro è stato pubblicato dall'Istituto Nazionale Studi Verdiani. E' "la storia dell'interpretazione scenografica delle opere di Verdi; e in particolare dei "Vespri siciliani", di "Traviata", di "Un ballo in maschera" e della "Forza del destino".

[Il personaggio muto]

[Il personaggio muto] Accidenti. Dev'essere un libro molto interessante. Sarebbe curioso anche provare a immaginare cosa Verdi avrebbe pensato delle scenografie odierne per le sue opere, degli allestimenti in generale, sulla scorta di quanto si evince da questo testo.

[Il personaggio muto]

[Il personaggio muto] Specifico: da una parte sembra ci sia stato un percorso coerente rispetto alle idee verdiane, dall'altra mi chiedo se, preso come ulteriore spartiacque la messinscena del '55 della Traviata, si siano prese anche altre direzioni. In definitiva, se si può tracciare diciamo un percorso coerente all'idea verdiana di messinscena o se ci siano state deviazioni etc. Curiosità, appunto.

[Il personaggio muto] In

[Il personaggio muto] In merito sicuramente occorrerebbe altro studio specifico, ma da quanto ho potuto cogliere da frequentazioni di teatri e da visioni di Dvd di allestimenti direi che attualmente si viaggia tra una tradizione a volte un po' asfittica e deviazioni che a volte sono mere provocazioni ad uso di registi che capiscono poco di musica e hanno come obiettivo primario la provocazone in quanto tale. Panorama variegato. (sono ancora in pseduo-ferie, un po' impicciato, ma tra un 10 giorni ca. dovrei darvi delucidazioni sul sito e qualche altro contributo)