• user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:2b8bc0df2af896e21240161e20e1d09a' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: 10pt; line-height: 115%;\">Devo ammettere, ancora una volta e senza particolari obiezioni di sorta per le modalità con cui continua a sorprendermi, che il caro amico Gianfranco Franchi, - che prima d’essere amico, nella fattispecie, si conferma soprattutto intelligente letterato - è riuscito nell’arte, sempre rigenerante, di muovermi a dubbio e riflessione: di scalfirmi un po’, che ce ne è sempre bisogno. Di crearmi anche qualche lieve disturbo e difficoltà, nel leggerlo. Difficoltà non nel comprendere le sue pagine, che anche in questo strano oggetto, apparente divertissement che è <i>L’arte del Piano B</i>, sono chiare e limpide come in precedenti suoi lavori, ma nell’indovinare al primo impatto – le pagine di presentazione del fantomatico piano B – gli approdi dell’operazione che ha brillantemente messo in atto. Sì perché Franchi ha imparato, col tempo e con l’esperienza, l’arte della dissimulazione onesta. Questo libro ne è la prova, quantomeno a parere di chi vi parla; e ciò lo potrà intuire chiunque conosca Franchi, sia di persona che attraverso la lettura dei suoi libri precedenti, sempre molto autobiografici, come nel caso in questione.</span>&nbsp;</p>\n<div style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: 10pt; line-height: 115%;\">C’è un po’ di <b><i>Disorder</i></b>, un po’ di <b><i>Pagano</i></b> e anche un po’di <b><i>Monteverde</i></b>, nell’arte del piano B, e se ciò da un certo punto di vista è inevitabile, appurata la comune matrice, dall’altro è il segno di una coerenza, ideale e letteraria, che si mantiene stabile e che allo stesso tempo evolve, per cercare di indagare più da vicino il nostro tempo, la nostra cultura, la nostra società: la nostra Italia così impoverita e precaria eppure bella, sempre e comunque bella, nonostante tutto. Il piano B così come è stato pensato da Franchi, in fin dei conti, ben si addice a chi è nato cresciuto e vissuto in Italia, a chi ha respirato, più o meno convintamente, la sua sterminata cultura: a tutti quegli uomini che dell’ingegno, delle arti alternative, delle strabilianti vie di fughe dall’immobilità e dalla depressione che riserva il quotidiano, hanno fatto la loro ragione di vita, o quanto meno un modo per affrontarla a viso aperto, comunque vada, senza rimorsi né rimpianti. Eppure, come accennavo poco sopra, l’approccio al libro mi ha destabilizzato un po’, e in negativo. Ma non avevo ben compreso, lo confesso, avevo già giudicato senza andare avanti, senza arrivare alla fine. Madornale errore, per qualsiasi uomo del piano B -&nbsp;ammonirebbe lo stesso Franchi. Eh sì, perché quest’uomo del piano B, tutto documentazione e progettazione, tutto riservatezza e agenda preziosa alla mano, sembrava davvero qualcosa di insostenibile, soprattutto per chi vive alla giornata respirando suggestioni certo profonde, letterarie e artistiche quanto volete, ma un po’ sparpagliate qua e là, un po’per come viene, secondo tempo e necessità. Come è il caso di&nbsp;chi vi parla. Ho capito subito, pertanto, che il piano B era qualcosa che mi era profondamente estraneo.</span></div>\n<div style=\"text-align: justify;\">&nbsp;</div>\n<div style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: 10pt; line-height: 115%;\">Scorrendo il libro, però, pagina dopo pagina, quest’uomo del piano B si è progressivamente umanizzato ai miei occhi; capitolo dopo capitolo, ho ritrovato Franchi: di più, ho scoperto un Franchi diverso, ma sempre fedele a se stesso, alla sua letteratura, ai suoi principi. Un dissimulatore onesto, per l’appunto, perché il piano B, da astratto e impraticabile, è divenuto ai miei occhi umano molto umano (non troppo umano, ma molto, che ci sta meglio, in questo caso: Nietzsche mi perdonerà), con tutte le difficoltà e le debolezze del caso, con tutti i dubbi e gli interrogativi salvifici che sono alla base di qualsiasi riuscita strategia. Serviva dissimulare, per l’appunto, ma farlo onestamente, per trasformare un’apparente presa per i fondelli dei numerosi e fastidiosi manuali di auto aiuto in un’opera profonda in cui trovano posto tutti gli “assoluti franchiani” e tutte quelle tematiche tanto care al nostro, sovente proposte sottotraccia, che lo hanno fatto amare ai suoi lettori. Ecco dunque che nel passaggio da <i>I principi del piano B</i> a <i>Le applicazioni del piano B</i>, il libro - fatto salvo l’intenso capitolo VII: <i>L’aldilà del piano B</i> - fa un deciso salto di qualità, e sia la prosa che gli argomenti proposti da Gianfranco Franchi si fanno più intimi, empatici, avvolgenti. Senza tralasciare i toni divertiti, peraltro, che aiutano la dissimulazione onesta, non a caso. Particolarmente efficaci, a questo proposito, sono i capitoli <i>L’arredamento del piano B</i>, in cui Franchi omaggia, a giusta ragione, l’adorabile <b><i>Second Hand</i></b> del romanziere americano <b>Michael Zadoorian</b>, <i>Il dvd del piano B</i>, <i>I cani: sognatori del piano B</i> e <i>I gatti: maestri del piano B</i>. I capitoli dedicati ai cani e ai gatti sono davvero sorprendenti – e ve lo dice uno che ha un cane e tre gatti -, per il modo in cui l’autore dimostra di conoscere, quasi spiritualmente, quasi karmicamente, se non considerate il termine fuori luogo, la natura dei nostri amati animali domestici.</span></div>\n<div style=\"text-align: justify;\">&nbsp;</div>\n<div style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: 10pt; line-height: 115%;\">E poi c’è l’epilogo, di forte impatto, a riconciliarmi definitivamente con quest’uomo del piano B che, in principio, immaginavo così distante, nel quale Franchi, dopo aver introdotto la possibilità di un piano C laddove il piano B produca stagnazione delle idee e conseguente immobilismo, non dissimula più nulla, ma si apre senza alcuna sovrastruttura al lettore significandogli con abile progressione empatica l’intendimento finale, il motivo imprescindibile e fondamentale dell’arte del piano B: <b>“Se c’è una cosa che dobbiamo fare, come prima mancata classe dirigente del paese, è prendere atto che sta a noi avere la fantasia, lo spirito e l’intelligenza per immaginare nuovi paradigmi politici, economici, esistenziali. È tardi per ribellarsi, troppo tardi, è tardi per protestare. Lamentarsi non serve più a niente, consegnarsi mani e piedi alle vecchie ideologie è sinceramente stupido, e tendenzialmente autodistruttivo”</b>. E poi comincia una lunga invettiva su cosa non dovremmo più fare, per essere finalmente uomini nuovi. Uomini a cui serve un piano B: <b>“Serve un piano B per ognuno di noi per correggere tutta una serie di guasti e grossi equivoci e di grosse noie. Serve, e serve che sia improntato non soltanto a fantasia e lucidità, ma a una parola perduta, in questo paese, calpestata e sporcata: onestà”</b>.</span></div>\n<div style=\"text-align: justify;\">&nbsp;</div>\n<div style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: 10pt; line-height: 115%;\"> Queste parole, da più di qualche uomo del piano A, potrebbero essere tacciate di qualunquismo e probabilmente, un tempo, sarebbero sembrate qualunquiste anche a me. Se non avessi conosciuto l’autore, naturalmente. Perché Franchi è sostanzialmente un puro, da questo punto di vista, nonostante abbia imparato l’arte della dissimulazione (onesta, e necessaria), e <i>L’arte del Piano B</i> va ulteriormente dimostrandolo, nel solco delle opere precedenti e con ancora maggiore compiutezza, nonostante il genere con cui sceglie, una volta ancora, di incrinare le nostre (in)certezze. Questo libro, in fondo, non è altro che il suo personale piano B, o quantomeno ne è il principio. Contravvenendo a una delle regole auree di ogni buon piano B, ce lo svela lo stesso Franchi. Umano molto umano, come vi dicevo.</span>&nbsp;</div>\n<div style=\"text-align: justify;\">&nbsp;</div>\n<div style=\"margin-bottom: 0.0001pt; text-align: justify; line-height: normal;\"><b><span style=\"font-size: 10pt;\">EDIZIONE ESAMINATA E BREVI NOTE</span></b></div>\n<div style=\"margin-bottom: 0.0001pt; text-align: justify; line-height: normal;\">&nbsp;</div>\n<div style=\"margin-bottom: 0.0001pt; text-align: justify; line-height: normal;\"><u><span style=\"font-size: 10pt;\"><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Gianfranco_Franchi\"><span style=\"color: blue;\">Gianfranco Franchi</span></a></span></u><span style=\"font-size: 10pt;\">, (Trieste, 1978) è uno scrittore italiano. Fondatore di Lankelot, ha pubblicato in narrativa Monteverde (Castelvecchi, 2009), Disorder e Pagano (Il Foglio Letterario, 2006, 2007); in saggistica, Radiohead. A Kid (Arcana, 2009); in poesia, L’inadempienza (Il Foglio Letterario, 2008).</span></div>\n<div style=\"margin-bottom: 0.0001pt; text-align: justify; line-height: normal;\">&nbsp;</div>\n<div style=\"margin-bottom: 0.0001pt; text-align: justify; line-height: normal;\"><span style=\"font-size: 10pt;\">Gianfranco Franchi, “L’arte del Piano B. Un libro strategico”, Piano B Edizioni, Prato, 2011. Copertina e inserti di Maurizio Ceccato.</span></div>\n<p style=\"text-align: justify;\">&nbsp;</p>\n<div><b><span style=\"font-size: 10pt; line-height: 115%;\">Federico Magi</span></b><span style=\"font-size: 10pt; line-height: 115%;\">, dicembre 2011</span></div>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:2b8bc0df2af896e21240161e20e1d09a' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:ad343d093ef5f286cc4acbeeb44d39f0' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p></p><P style=\"TEXT-ALIGN: justify\">(L\'arte del Piano B) Con un po\' di ritardo, ahimé (ho avuto davvero poco tempo per scrivere quest\'ultimo mese e mezzo), ma ecco anche il mio piccolo -&nbsp;e personale -&nbsp;omaggio al nuovo Franchi.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:ad343d093ef5f286cc4acbeeb44d39f0' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:1fc83b1f4b0b92be4d90c48515e2aaa0' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify\">[L\'Arte del Piano B] Grande Fede.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:1fc83b1f4b0b92be4d90c48515e2aaa0' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:41cda7aa95e015fa4c19ca241955840a' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[l\'arte del piano b, fede] è veramente una bella pagina, intensa, umanissima, sincera e viva. Mi spiace non poter commentare meglio, ma per adesso mi sto poggiando su una connessione fortunosa, domani ritento;)</p>\n<p>ancora grazie, però, veramente. </p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:41cda7aa95e015fa4c19ca241955840a' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:ce483c81c3e460462fac3b3edaee1ee4' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p></p><P>[Piano B di Lèon] In generale, e non me vogliano davvero i cari amici di lankelot, non leggo le recensioni multiple. L\'ho sempre detto, lo ribadisco, mi dispiace anche, ma dopo aver letto uno o due recensioni dello stesso libro di solito \"passo\" perché francamente (!) un pochino mi annoio. Solo che quella di Lèon mi ha incuriosito subito dalle prime righe e ho voluto arrivare in fondo.</p><br />\n<P>Beh, Federico ha scritto cose condivisibili. Lo spiazzamento alla prima lettura aveva preso anche me, pur con tutto l\'entusiasmo che mi ha portata a scrivere all\'Autore che a mio parere questa è la cosa migliore che abbia scritto (non sono nessuno per dire cose del genere, ma ho letto tutta la produzione franchiana, ho trovato in tutti i suoi libri lampi di autentico genio, qui però si va decisamente oltre). Alla seconda e più meditata lettura lo spiazzamento ha subito la trasformazione di cui parla appunto Federico. Una umanizzazione progressiva che mi ha fatto incontrare non solo il nostro comune amico scrittore, ma molte, moltissime persone che ho incontrato nella mia vita e che nel contempo mi ha dato modo di riflettere sui miei personali accadimenti.</p><br />\n<P>Quindi Federico complimenti, bella lettura, misuratissima e condivisibile. Che poi il libro di Gianfranco possa ispirare pagine altrettanto belle ne sono oltremodo sicura!</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:ce483c81c3e460462fac3b3edaee1ee4' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:8bb0c4cb977df0e3381c6e1255ef5443' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p></p><P style=\"TEXT-ALIGN: justify\">(L\'arte del Piano B) Ringrazio il caro Franco per l\'apprezzamento, e la cara Ilde per la condivisione delle sue impressioni. Come ripeto, questo piano B in principio mi piaceva poco. O meglio, lo sentivo fin troppo estraneo e calcolato, soprattutto conoscendo un po\' il Franchi pensiero. Da uomo che passa direttamente dal piano A al piano C, era sinceramente difficile per me entrarvi in sintonia. Probabilmente non sarò mai un un uomo del&nbsp; piano B, ma leggendo ho compreso e apprezzato il suo spirito. Auguro a Franchi e a chiunque abbia recepito per intero l\'intendimento di Gianfranco, di riuscire nel proprio piano B, con tutto il cuore. Pur non ritenendomi adatto a intraprenderlo,&nbsp;questo piano B, gli ruberò comunque qualche importante caratteristica, quando progetterò qualche futuro piano esistenziale: su questo non c\'è alcun dubbio;)&nbsp;</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:8bb0c4cb977df0e3381c6e1255ef5443' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:7784f22dab3b1085e80bb712b2fbef97' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>[piano b] la cosa che più mi piace pensare, da quando è uscito, è che questo libro abbia finito per restituire o per dare speranza: un pizzico di speranza almeno, in un momento assurdo della storia del nostro paese, e di decadenza di tutto, qui in italia.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:7784f22dab3b1085e80bb712b2fbef97' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:7a9bd4ca0c3ef223230ea98b8d9c4be6' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<div class=\"autopromo_verticale\"><img alt=\"\" height=\"373\" width=\"104\" src=\"/sites/default/files/pictures/autopromo_vert.gif\" /></div>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Cari soci attuali e futuri, collaboratori, collaboratrici, lettrici e lettori, l\'ultimo editoriale pubblicato su lankelot risale al febbraio 2014. Scrivevo che \"il passaggio da lankelot a lankenauta è slittato a data da destinarsi\". Poi il silenzio, proprio per evitare di ripetersi e così diventare stucchevoli. Non è il caso adesso di ripercorrere le tante vicissitudini di un progetto che, salvo qualche piccolo dettaglio da completare, è ormai giunto a destinazione. Questo vorrà dire che i prossimi editoriali, finalmente pubblicabili ogni trimestre, non appariranno più su lankelot.eu.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p align=\"justify\"><b>liquidàre</b> <br /><i>v. 1ª tr.</i> (Ind. pres. <i>lìquido</i>) calcolare, determinare una ragione di credito, un conto e sim. e provvedere al relativo pagamento; est.: <i>liquidare un impiegato</i>, corrispondergli, alla cessazione del rapporto di lavoro, ciò che gli spetta come buonuscita; <i>liquidare una merce</i>, venderla a prezzo di realizzo; svenderla&nbsp;&nbsp;&nbsp; <br />com. pagare&nbsp; <br />fig.: <i>liquidare un affare</i>, concluderlo; <i>liquidare una questione</i>, risolverla, deciderla; <i>liquidare qu.</i>, levarselo d’attorno o, anche, ucciderlo.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>“Una volta in scena come capisce se lo spettacolo funziona, se interessa il pubblico?</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Parlare ancora di <a href=\"https://it.wikipedia.org/wiki/Pier_Paolo_Pasolini\">Pasolini</a> nel 2016 può essere molto rischioso. Prima di tutto perché ci si può imbattere nello spettro dell’agiografia, una trappola che inghiotte con disarmante facilità a causa della personalità così ingombrante di Pasolini, col suo piglio rivoluzionario oggi in via di beatificazione. Ma questo è un fenomeno che generalmente resta in superficie, tra le penne dei gazzettieri che delirano di settima arte. Un altro rischio è quello di non avere niente di nuovo da dire e – cosa ancor peggiore – essere incapaci di nasconderlo.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Durante la lettura di <i>Gli ultimi ragazzi del secolo</i> ho provato interesse, rabbia, divertimento, curiosità, fastidio, disillusione, partecipazione, mi sono trovato a volte in accordo e altre in disaccordo, e non sono poi molti i libri capaci di farmi qualcosa del genere, al di là del piacere o meno che possa aver avuto leggendo. È un romanzo, autobiografico, che invita al confronto, se non proprio al conflitto, fin dalla copertina, con l\'immagine di un ragazzino che guarda fuori campo, chissà cosa, con aria di sfida. Ragazzino che, scopre chi è interessato alle immagini che sono sui/nei libri, è proprio l\'autore, Alessandro Bertante, che sembra cercare di replicare, da adulto, lo stesso sguardo all\'interno della quarta di copertina. Un\'altra fotografia mostra il ponte di Mostar.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:9f5201730049e8c0c25fed11f764eea8' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Come possiamo leggere in appendice a \"The Whore Asylum\", la letteratura vittoriana, in particolare le opere di Wilkie Collins e di Arthur Conan Doyle, è stata ricordata da Katy Darby come \"una continua fonte di ispirazione e di piacere\". Una precisazione quasi superflua per un romanzo in gran parte ambientato nell\'Inghilterra del 1887 e che, scritto sotto forma di memoriale - anzi, di memoriali - sembra voler imitare il linguaggio austero e misurato dell\'epoca. In questo modo l\'autrice ha fatto emergere con ancor più evidenza il contrasto tra uno stile che possiamo definire genericamente \"classico\" e una vicenda costellata di quelle turpitudini e ambiguità che, proprio in era vittoriana, dovevano essere innanzitutto edulcorate e purgate.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:9f5201730049e8c0c25fed11f764eea8' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:7b0100dd5275ea4f0636b9929c74baa6' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>\"Credete forse che io non sappia che razza di deficienti conduce in rovina questo paese? Aspettavo solo voi che me lo sareste venuto a dire con l\'uranio e con volantini colorati. Grazie mille per l\'aiuto, la spiegazione è stata esaustiva e chiara\" (pp.197). Chi parla è Čarli, l\'alter ego di Saša Stojanović, secondo quanto riferito da una delle innumerevoli voci narranti - pare siano circa una trentina - presenti in \"Var\".</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:7b0100dd5275ea4f0636b9929c74baa6' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:3d4d74b67a45e0ad34499820400ecacd' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>È andata così: quando seppi che sarebbe uscito il secondo libro di Piero Balzoni sperai che si trattasse di una raccolta di racconti, dato che la sua prima, <em>Animali migratori</em> (Edizioni La Gru, 2011) l\'avevo assai apprezzata; quando lessi che era un romanzo rimasi un po\' deluso, ma il titolo, <em>Come uccidere le aragoste</em>, mi rincuorava perché nominava animali e dunque segnava una continuità con l\'opera precedente. La lettura del testo ha poi rivelato come anche il contenuto prendesse le mosse da <em>Animali migratori</em> per cercare un\'evoluzione, una crescita graduale più che un distacco, un taglio netto.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:3d4d74b67a45e0ad34499820400ecacd' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:ba571e82bce5b5dabdd1ddd845c9172d' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">La storia della \"Democrazia\" è innanzitutto la storia di un\'idea, a partire dalla Grecia antica ai giorni nostri, che ha fatto discutere da sempre sul modo di intenderla, se vi sia la necessità di un sistema democratico, sul fatto se sia davvero concretizzabile oppure una mera utopia. Massimo L. Salvadori, con questa sua opera, ha scelto di tracciare un \"percorso in quanto mito e in quanto realtà\", con riferimento in particolare ai pensatori classici che hanno fatto oggetto della loro riflessione la democrazia, sia stati essi suoi fautori, oppure critici e avversari\" (pp.XVI).</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:ba571e82bce5b5dabdd1ddd845c9172d' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:1b057838e96576eb7c38ce4580bbf6ac' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Sono pochi i giovani laureati che oggi riescono a scampare ai tanto famigerati stage, io non sono uno di questi: da ottobre 2015 sono stato assunto come stagista in un centro inter-universitario per i diritti umani con sede al Lido di Venezia. Questo centro è famoso soprattutto perché dal 1997 organizza un Master sui diritti umani: ogni anno, da settembre a febbraio, circa novanta studenti di tutto il mondo seguono lezioni e seminari con professori ed esperti in materia. Da febbraio fino a maggio poi gli studenti sono mandati in altre università europee, dove seguono corsi e scrivono una breve tesi su un tema a loro scelta.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:1b057838e96576eb7c38ce4580bbf6ac' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:8254df3a9dff639c914fa4b704377f51' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:9b59f143cbeeada54af5b92b70b24158' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:b8283cedf3cdce3d78cc15aeb78b3f76' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Lankelot © 2000-2013 Gianfranco Franchi - Illustrazione header © <a href=\"http://www.maurizioceccato.it/\">Maurizio Ceccato</a> - Art direction <a href=\"http://www.fiammafranchi.com/\">Fiamma Franchi</a> - sviluppato da <a href=\"http://www.intellijam.it/\">Intellijam</a> su piattaforma Drupal nel 2009. Adattamento 3.1 a cura di <a href=\"http://algorithmica.it/\">Algorithmica</a>, 2011. Online dal 1 aprile 2003.</p>\n', created = 1472836913, expire = 1472923313, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:85024d06659faf313465fa09e3942527' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.

Franchi Gianfranco

L'arte del Piano B. Un libro strategico

Autore: 
Franchi Gianfranco

Devo ammettere, ancora una volta e senza particolari obiezioni di sorta per le modalità con cui continua a sorprendermi, che il caro amico Gianfranco Franchi, - che prima d’essere amico, nella fattispecie, si conferma soprattutto intelligente letterato - è riuscito nell’arte, sempre rigenerante, di muovermi a dubbio e riflessione: di scalfirmi un po’, che ce ne è sempre bisogno. Di crearmi anche qualche lieve disturbo e difficoltà, nel leggerlo. Difficoltà non nel comprendere le sue pagine, che anche in questo strano oggetto, apparente divertissement che è L’arte del Piano B, sono chiare e limpide come in precedenti suoi lavori, ma nell’indovinare al primo impatto – le pagine di presentazione del fantomatico piano B – gli approdi dell’operazione che ha brillantemente messo in atto. Sì perché Franchi ha imparato, col tempo e con l’esperienza, l’arte della dissimulazione onesta. Questo libro ne è la prova, quantomeno a parere di chi vi parla; e ciò lo potrà intuire chiunque conosca Franchi, sia di persona che attraverso la lettura dei suoi libri precedenti, sempre molto autobiografici, come nel caso in questione. 

C’è un po’ di Disorder, un po’ di Pagano e anche un po’di Monteverde, nell’arte del piano B, e se ciò da un certo punto di vista è inevitabile, appurata la comune matrice, dall’altro è il segno di una coerenza, ideale e letteraria, che si mantiene stabile e che allo stesso tempo evolve, per cercare di indagare più da vicino il nostro tempo, la nostra cultura, la nostra società: la nostra Italia così impoverita e precaria eppure bella, sempre e comunque bella, nonostante tutto. Il piano B così come è stato pensato da Franchi, in fin dei conti, ben si addice a chi è nato cresciuto e vissuto in Italia, a chi ha respirato, più o meno convintamente, la sua sterminata cultura: a tutti quegli uomini che dell’ingegno, delle arti alternative, delle strabilianti vie di fughe dall’immobilità e dalla depressione che riserva il quotidiano, hanno fatto la loro ragione di vita, o quanto meno un modo per affrontarla a viso aperto, comunque vada, senza rimorsi né rimpianti. Eppure, come accennavo poco sopra, l’approccio al libro mi ha destabilizzato un po’, e in negativo. Ma non avevo ben compreso, lo confesso, avevo già giudicato senza andare avanti, senza arrivare alla fine. Madornale errore, per qualsiasi uomo del piano B - ammonirebbe lo stesso Franchi. Eh sì, perché quest’uomo del piano B, tutto documentazione e progettazione, tutto riservatezza e agenda preziosa alla mano, sembrava davvero qualcosa di insostenibile, soprattutto per chi vive alla giornata respirando suggestioni certo profonde, letterarie e artistiche quanto volete, ma un po’ sparpagliate qua e là, un po’per come viene, secondo tempo e necessità. Come è il caso di chi vi parla. Ho capito subito, pertanto, che il piano B era qualcosa che mi era profondamente estraneo.
 
Scorrendo il libro, però, pagina dopo pagina, quest’uomo del piano B si è progressivamente umanizzato ai miei occhi; capitolo dopo capitolo, ho ritrovato Franchi: di più, ho scoperto un Franchi diverso, ma sempre fedele a se stesso, alla sua letteratura, ai suoi principi. Un dissimulatore onesto, per l’appunto, perché il piano B, da astratto e impraticabile, è divenuto ai miei occhi umano molto umano (non troppo umano, ma molto, che ci sta meglio, in questo caso: Nietzsche mi perdonerà), con tutte le difficoltà e le debolezze del caso, con tutti i dubbi e gli interrogativi salvifici che sono alla base di qualsiasi riuscita strategia. Serviva dissimulare, per l’appunto, ma farlo onestamente, per trasformare un’apparente presa per i fondelli dei numerosi e fastidiosi manuali di auto aiuto in un’opera profonda in cui trovano posto tutti gli “assoluti franchiani” e tutte quelle tematiche tanto care al nostro, sovente proposte sottotraccia, che lo hanno fatto amare ai suoi lettori. Ecco dunque che nel passaggio da I principi del piano B a Le applicazioni del piano B, il libro - fatto salvo l’intenso capitolo VII: L’aldilà del piano B - fa un deciso salto di qualità, e sia la prosa che gli argomenti proposti da Gianfranco Franchi si fanno più intimi, empatici, avvolgenti. Senza tralasciare i toni divertiti, peraltro, che aiutano la dissimulazione onesta, non a caso. Particolarmente efficaci, a questo proposito, sono i capitoli L’arredamento del piano B, in cui Franchi omaggia, a giusta ragione, l’adorabile Second Hand del romanziere americano Michael Zadoorian, Il dvd del piano B, I cani: sognatori del piano B e I gatti: maestri del piano B. I capitoli dedicati ai cani e ai gatti sono davvero sorprendenti – e ve lo dice uno che ha un cane e tre gatti -, per il modo in cui l’autore dimostra di conoscere, quasi spiritualmente, quasi karmicamente, se non considerate il termine fuori luogo, la natura dei nostri amati animali domestici.
 
E poi c’è l’epilogo, di forte impatto, a riconciliarmi definitivamente con quest’uomo del piano B che, in principio, immaginavo così distante, nel quale Franchi, dopo aver introdotto la possibilità di un piano C laddove il piano B produca stagnazione delle idee e conseguente immobilismo, non dissimula più nulla, ma si apre senza alcuna sovrastruttura al lettore significandogli con abile progressione empatica l’intendimento finale, il motivo imprescindibile e fondamentale dell’arte del piano B: “Se c’è una cosa che dobbiamo fare, come prima mancata classe dirigente del paese, è prendere atto che sta a noi avere la fantasia, lo spirito e l’intelligenza per immaginare nuovi paradigmi politici, economici, esistenziali. È tardi per ribellarsi, troppo tardi, è tardi per protestare. Lamentarsi non serve più a niente, consegnarsi mani e piedi alle vecchie ideologie è sinceramente stupido, e tendenzialmente autodistruttivo”. E poi comincia una lunga invettiva su cosa non dovremmo più fare, per essere finalmente uomini nuovi. Uomini a cui serve un piano B: “Serve un piano B per ognuno di noi per correggere tutta una serie di guasti e grossi equivoci e di grosse noie. Serve, e serve che sia improntato non soltanto a fantasia e lucidità, ma a una parola perduta, in questo paese, calpestata e sporcata: onestà”.
 
Queste parole, da più di qualche uomo del piano A, potrebbero essere tacciate di qualunquismo e probabilmente, un tempo, sarebbero sembrate qualunquiste anche a me. Se non avessi conosciuto l’autore, naturalmente. Perché Franchi è sostanzialmente un puro, da questo punto di vista, nonostante abbia imparato l’arte della dissimulazione (onesta, e necessaria), e L’arte del Piano B va ulteriormente dimostrandolo, nel solco delle opere precedenti e con ancora maggiore compiutezza, nonostante il genere con cui sceglie, una volta ancora, di incrinare le nostre (in)certezze. Questo libro, in fondo, non è altro che il suo personale piano B, o quantomeno ne è il principio. Contravvenendo a una delle regole auree di ogni buon piano B, ce lo svela lo stesso Franchi. Umano molto umano, come vi dicevo. 
 
EDIZIONE ESAMINATA E BREVI NOTE
 
Gianfranco Franchi, (Trieste, 1978) è uno scrittore italiano. Fondatore di Lankelot, ha pubblicato in narrativa Monteverde (Castelvecchi, 2009), Disorder e Pagano (Il Foglio Letterario, 2006, 2007); in saggistica, Radiohead. A Kid (Arcana, 2009); in poesia, L’inadempienza (Il Foglio Letterario, 2008).
 
Gianfranco Franchi, “L’arte del Piano B. Un libro strategico”, Piano B Edizioni, Prato, 2011. Copertina e inserti di Maurizio Ceccato.

 

Federico Magi, dicembre 2011
ISBN/EAN: 
9788896665350

Commenti

(L'arte del Piano B) Con un

(L'arte del Piano B) Con un po' di ritardo, ahimé (ho avuto davvero poco tempo per scrivere quest'ultimo mese e mezzo), ma ecco anche il mio piccolo - e personale - omaggio al nuovo Franchi.

[L'Arte del Piano B] Grande

[L'Arte del Piano B] Grande Fede.

[l'arte del piano b, fede] è

[l'arte del piano b, fede] è veramente una bella pagina, intensa, umanissima, sincera e viva. Mi spiace non poter commentare meglio, ma per adesso mi sto poggiando su una connessione fortunosa, domani ritento;)

ancora grazie, però, veramente.

[Piano B di Lèon] In

[Piano B di Lèon] In generale, e non me vogliano davvero i cari amici di lankelot, non leggo le recensioni multiple. L'ho sempre detto, lo ribadisco, mi dispiace anche, ma dopo aver letto uno o due recensioni dello stesso libro di solito "passo" perché francamente (!) un pochino mi annoio. Solo che quella di Lèon mi ha incuriosito subito dalle prime righe e ho voluto arrivare in fondo.


Beh, Federico ha scritto cose condivisibili. Lo spiazzamento alla prima lettura aveva preso anche me, pur con tutto l'entusiasmo che mi ha portata a scrivere all'Autore che a mio parere questa è la cosa migliore che abbia scritto (non sono nessuno per dire cose del genere, ma ho letto tutta la produzione franchiana, ho trovato in tutti i suoi libri lampi di autentico genio, qui però si va decisamente oltre). Alla seconda e più meditata lettura lo spiazzamento ha subito la trasformazione di cui parla appunto Federico. Una umanizzazione progressiva che mi ha fatto incontrare non solo il nostro comune amico scrittore, ma molte, moltissime persone che ho incontrato nella mia vita e che nel contempo mi ha dato modo di riflettere sui miei personali accadimenti.


Quindi Federico complimenti, bella lettura, misuratissima e condivisibile. Che poi il libro di Gianfranco possa ispirare pagine altrettanto belle ne sono oltremodo sicura!

(L'arte del Piano B)

(L'arte del Piano B) Ringrazio il caro Franco per l'apprezzamento, e la cara Ilde per la condivisione delle sue impressioni. Come ripeto, questo piano B in principio mi piaceva poco. O meglio, lo sentivo fin troppo estraneo e calcolato, soprattutto conoscendo un po' il Franchi pensiero. Da uomo che passa direttamente dal piano A al piano C, era sinceramente difficile per me entrarvi in sintonia. Probabilmente non sarò mai un un uomo del  piano B, ma leggendo ho compreso e apprezzato il suo spirito. Auguro a Franchi e a chiunque abbia recepito per intero l'intendimento di Gianfranco, di riuscire nel proprio piano B, con tutto il cuore. Pur non ritenendomi adatto a intraprenderlo, questo piano B, gli ruberò comunque qualche importante caratteristica, quando progetterò qualche futuro piano esistenziale: su questo non c'è alcun dubbio;) 

[piano b] la cosa che più mi

[piano b] la cosa che più mi piace pensare, da quando è uscito, è che questo libro abbia finito per restituire o per dare speranza: un pizzico di speranza almeno, in un momento assurdo della storia del nostro paese, e di decadenza di tutto, qui in italia.