• user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:9b91248421387e6f7c10c563ffdecfde' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Durante la lettura di <i>Gli ultimi ragazzi del secolo</i> ho provato interesse, rabbia, divertimento, curiosità, fastidio, disillusione, partecipazione, mi sono trovato a volte in accordo e altre in disaccordo, e non sono poi molti i libri capaci di farmi qualcosa del genere, al di là del piacere o meno che possa aver avuto leggendo. È un romanzo, autobiografico, che invita al confronto, se non proprio al conflitto, fin dalla copertina, con l\'immagine di un ragazzino che guarda fuori campo, chissà cosa, con aria di sfida. Ragazzino che, scopre chi è interessato alle immagini che sono sui/nei libri, è proprio l\'autore, Alessandro Bertante, che sembra cercare di replicare, da adulto, lo stesso sguardo all\'interno della quarta di copertina. Un\'altra fotografia mostra il ponte di Mostar. Il sé passato, il sé presente, e in mezzo un ponte. Mentre scrivo mi vengono in mente gli spiriti del Natale di Dickens, e anche se non c\'è alcuna somiglianza si fa largo la suggestione che Bertante, come Scrooge (ma in maniera volontaria), sia tornato ad osservare frammenti della sua vita passata per restituirceli.</p>\n<p>La narrazione segue, da una parte, l\'adolescenza tra fine anni \'70 e anni \'80 del protagonista-autore nella “Milano metropoli degli anni Ottanta” fino alle vacanze greche post-maturità, dall\'altra un viaggio estivo con un amico, direzione Sarajevo, alla fine del conflitto nella ex-Jugoslavia. I capitoli alternano l\'esperienza della periferia milanese, delle prime droghe, all\'improvvisa decisione di intraprendere il viaggio; l\'arrivo dell\'eroina e le morti giovani all\'incontro di truppe militari; le prime scoperte musicali e i centri sociali alla vista di palazzi crollati, di muri con le tracce delle sparatorie; il conflitto con la famiglia e il distacco dal vecchio gruppo di amici alla visione di persone che cercano in ogni modo di andare avanti, resistere mentre tutto intorno è venuto giù; le vacanze e poi l\'università, il 1989 e Berlino e le occupazioni alle scene di ragazzi che giocano tra le macerie, si tuffano da ponti nei fiumi in faccia alla morte. Romanzo di fallimenti, generazionali, sociali, personali, e romanzo dell\'incomprensione, dell\'incapacità di comprendere, della navigazione a vista, dell\'accettazione delle distanze. Nel viaggio tra le rovine della guerra si segna il momento che definisce la non comprensione di ciò che avviene in paesi vicino al nostro, mentre nei brani di conflitto tra generazioni si portano alla luce quelle differenze-similitudini che rendono il quadro di una difficoltà ineludibile persino nel dialogo tra chi vive nello stesso paese, solo con età diverse. Significativo a questo proposito come da una parte l\'autore rimproveri a quelli del \'68 di raccontare la propria gioventù “come l\'ultima autentica primavera occidentale, il luminoso epilogo di una secolare tradizione di lotte e umanesimo positivista” (pag. 51) per poi definire i suoi anni giovanili come “ultima vera espressione identitaria dell\'Occidente pacificato e vittorioso, l\'orgogliosa rivendicazione di un primato politico e culturale nei confronti del resto del mondo” (pag. 64-65), quasi una sorta di gara testimoniale. La soluzione, se così si può dire, la fornisce lo stesso Bertante quando afferma, ancora a proposito degli anni Ottanta, “Difficile capire quel periodo se non lo si è vissuto” (pag. 60), constatazione che si può allargare ad ogni periodo.</p>\n<p style=\"margin-bottom: 0cm\">Un libro denso, che ti chiede di partecipare, di fare i conti con te stesso e con gli altri e con le storie e con la storia, anche se sa che non è possibile, osservando, leggendo, toccare fino in fondo le esperienze altrui, che neppure un viaggio basta a sapere, a capire, che anche nella condivisione esiste uno scarto tra le persone e, dunque, non possiamo che sfiorarci appena.</p>\n<p style=\"margin-bottom: 0cm\">“Abbiamo cercato di capire e non ci siamo riusciti, rimangono dei sospetti ma non possono bastare, non quando tutt\'intorno la gente sta ancora cercando di rialzarsi dalle macerie. Abbiamo attraversato le loro città, camminando in ciabatte fra le rovine, indossando braghe corte e bracciali d\'argento. Questo sappiamo fare: banalizzare ogni gesto, trasfigurarlo nella dimensione della gita. Adesso torniamo al mare e poi, ancora, saremo in viaggio verso Milano. Torniamo a casa, dentro ai nostri perimetri protetti, confortati dalle certezze materiali che abbiamo ereditato, a ricominciare le nostre piccole resistenze, compromesse dall\'esperienza di ciò che abbiamo visto.” (pag. 213)</p>\n<p style=\"margin-bottom: 0cm\"><strong>Edizione esaminata e brevi note<br /></strong></p>\n<p style=\"margin-bottom: 0cm\"><strong>Alessandro Bertante</strong> è nato ad Alessandria nel 1969 e vive a Milano. Ha pubblicato i romanzi: Al Diavul (Marsilio, 2008; premio Chianti), Nina dei lupi (Marsilio, 2011; premio Rieti), La magnifica orda (Il Saggiatore, 2012) e Estate crudele (Rizzoli, 2013; premio Margherita Hack).</p>\n<p style=\"margin-bottom: 0cm\"><strong>Alessandro Bertante</strong>, <em>Gli ultimi ragazzi del secolo</em>, Giunti, 2016</p>\n<p style=\"margin-bottom: 0cm\">andrea brancolini, marzo 2016</p>\n', created = 1487323877, expire = 1487410277, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:9b91248421387e6f7c10c563ffdecfde' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:7a9bd4ca0c3ef223230ea98b8d9c4be6' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<div class=\"autopromo_verticale\"><img alt=\"\" height=\"373\" width=\"104\" src=\"/sites/default/files/pictures/autopromo_vert.gif\" /></div>\n', created = 1487323877, expire = 1487410277, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:aeb0d9e36acadff6de65e7d9dfefde57' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:c70ca3b11c7653d20a27fa81e9cb105c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: small;\">C’è un certo consenso di critica attorno a Daniele Timpano e alla sua “Storia cadaverica d’Italia”, trilogia di testi teatrali (“Dux in scatola”, “Risorgimento pop” e “Aldo morto”) in cui l’autore-attore romano mette in scena un tris di cadaveri-monumento (quelli di Mazzini, Mussolini e Moro) a simboleggiare la nostra identità nazionale nata morta.</span></p>\n', created = 1487323877, expire = 1487410277, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:c70ca3b11c7653d20a27fa81e9cb105c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0f84be7f620014cb132bc4fb2c11a402' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">C’è stato un tempo in cui la letteratura era ambiziosa, contigua alla filosofia, metafisica almeno nelle domande che si poneva, anche se non nelle risposte che si dava. Figlia di Dostoevskij e di Nietzsche, s’interrogava sul male, sull’aldilà del Bene e del Male, sui limiti della sconfinata libertà dell’uomo. Dio era morto già, ma sepolto da poco, tanto la filosofia quanto la letteratura ancora ne elaboravano il lutto e perciò ancora gli dedicavano pagine di appassionata negazione, anziché l’indifferenza della secolarizzazione compiuta e definitiva. Era il tempo dei filosofi scrittori, come Sartre, o degli scrittori-filosofi, come Camus, e dei filosofi impliciti, seguaci di Nietzsche, come Gide.</p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0f84be7f620014cb132bc4fb2c11a402' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:d24f75840505583f3600f2bd20df4d85' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\"><span style=\"font-size: small;\">Qualche anno fa, nel quartiere Testaccio a Roma, il nuovo spazio “Macro Future” venne inaugurato con una collettiva, “Into me, out of me”, proveniente dal PS1 di New York: centoquaranta artisti tra i più rinomati nel panorama internazionale (da Marina Abramovic ad Andrès Serrano, da Valie Export a Chris Burden, dagli azionisti viennesi a Nan Goldin) chiamati a illustrare, con foto, installazioni e videoarte, il tema del corpo e della fisicità, attraverso temi come la sessualità e la riproduzione, l’aggressione e la violenza, i processi metabolici e organici. <br /></span></p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:d24f75840505583f3600f2bd20df4d85' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:142523104ec8db0215a272c44cebea61' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p><span style=\"mso-bidi-font-family:Calibri;mso-bidi-theme-font:minor-latin\">I vampiri <i style=\"mso-bidi-font-style:normal\">indie rock </i>di Jim Jarmusch, ultima incarnazione dei suoi personaggi marginali e alienati, sono creature fieramente snob. Leggono Shakespeare, Beckett e D. F. Wallace, collezionano dischi in vinile e chitarre elettriche vintage, e possiedono una cultura raffinata che spazia dalla botanica all’astronomia. Amano circondarsi di multiforme bellezza, per questo odiano il ventunesimo secolo, Los Angeles e l’intera stirpe degli uomini, che devastano la terra e ne perseguitano le menti migliori.</span></p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:142523104ec8db0215a272c44cebea61' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:1373d8b1fa131fda903a3f7d7b92f220' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p style=\"text-align: justify;\">La zia «Lali non aveva mai lavorato, distesa sull’amaca in giardino d’estate amava dire, Il tempo che ti abbonda tra le mani può divorarti. Ti abbonda del tempo tra le mani, zia?».</p>\n<p style=\"text-align: justify;\">Ti abbonda del tempo tra le mani, zia. Leggo e rileggo questa improbabile frase, così grassa, così farcita di superfluo e mi domando come ha potuto Ornela Vorpsi disimparare a scrivere. Ripenso al suo primo libro, \"Il paese dove non si muore mai\", che lei, albanese, aveva scritto in un italiano gustoso e con una prosa vispa e spontanea, ripenso alla sua capacità di giocare col macabro e di intrattenere col drammatico dei ricordi della sua infanzia comunista a Tirana, e mi chiedo cosa rimane di quella leggerezza in questo “Fuorimondo”.</p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:1373d8b1fa131fda903a3f7d7b92f220' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Cari soci attuali e futuri, collaboratori, collaboratrici, lettrici e lettori, l\'ultimo editoriale pubblicato su lankelot risale al febbraio 2014. Scrivevo che \"il passaggio da lankelot a lankenauta è slittato a data da destinarsi\". Poi il silenzio, proprio per evitare di ripetersi e così diventare stucchevoli. Non è il caso adesso di ripercorrere le tante vicissitudini di un progetto che, salvo qualche piccolo dettaglio da completare, è ormai giunto a destinazione. Questo vorrà dire che i prossimi editoriali, finalmente pubblicabili ogni trimestre, non appariranno più su lankelot.eu.</p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e328c0d16660956a3c55572358931f3' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p align=\"justify\"><b>liquidàre</b> <br /><i>v. 1ª tr.</i> (Ind. pres. <i>lìquido</i>) calcolare, determinare una ragione di credito, un conto e sim. e provvedere al relativo pagamento; est.: <i>liquidare un impiegato</i>, corrispondergli, alla cessazione del rapporto di lavoro, ciò che gli spetta come buonuscita; <i>liquidare una merce</i>, venderla a prezzo di realizzo; svenderla&nbsp;&nbsp;&nbsp; <br />com. pagare&nbsp; <br />fig.: <i>liquidare un affare</i>, concluderlo; <i>liquidare una questione</i>, risolverla, deciderla; <i>liquidare qu.</i>, levarselo d’attorno o, anche, ucciderlo.</p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:4bb2cdf450742ca8dc28b0461f1b6927' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>“Una volta in scena come capisce se lo spettacolo funziona, se interessa il pubblico?</p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:0e4e974edd736fca45384584a201a30c' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Parlare ancora di <a href=\"https://it.wikipedia.org/wiki/Pier_Paolo_Pasolini\">Pasolini</a> nel 2016 può essere molto rischioso. Prima di tutto perché ci si può imbattere nello spettro dell’agiografia, una trappola che inghiotte con disarmante facilità a causa della personalità così ingombrante di Pasolini, col suo piglio rivoluzionario oggi in via di beatificazione. Ma questo è un fenomeno che generalmente resta in superficie, tra le penne dei gazzettieri che delirano di settima arte. Un altro rischio è quello di non avere niente di nuovo da dire e – cosa ancor peggiore – essere incapaci di nasconderlo.</p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a755862d8e84aa6b01df96b93707bd48' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Durante la lettura di <i>Gli ultimi ragazzi del secolo</i> ho provato interesse, rabbia, divertimento, curiosità, fastidio, disillusione, partecipazione, mi sono trovato a volte in accordo e altre in disaccordo, e non sono poi molti i libri capaci di farmi qualcosa del genere, al di là del piacere o meno che possa aver avuto leggendo. È un romanzo, autobiografico, che invita al confronto, se non proprio al conflitto, fin dalla copertina, con l\'immagine di un ragazzino che guarda fuori campo, chissà cosa, con aria di sfida. Ragazzino che, scopre chi è interessato alle immagini che sono sui/nei libri, è proprio l\'autore, Alessandro Bertante, che sembra cercare di replicare, da adulto, lo stesso sguardo all\'interno della quarta di copertina. Un\'altra fotografia mostra il ponte di Mostar.</p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:a4bf67b75a71c87b3a71ece6018ada55' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:8254df3a9dff639c914fa4b704377f51' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:9b59f143cbeeada54af5b92b70b24158' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:b8283cedf3cdce3d78cc15aeb78b3f76' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Lankelot © 2000-2013 Gianfranco Franchi - Illustrazione header © <a href=\"http://www.maurizioceccato.it/\">Maurizio Ceccato</a> - Art direction <a href=\"http://www.fiammafranchi.com/\">Fiamma Franchi</a> - sviluppato da <a href=\"http://www.intellijam.it/\">Intellijam</a> su piattaforma Drupal nel 2009. Adattamento 3.1 a cura di <a href=\"http://algorithmica.it/\">Algorithmica</a>, 2011. Online dal 1 aprile 2003.</p>\n', created = 1487323878, expire = 1487410278, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:55ca8813d325f0d05719878041cc0899' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 109.
  • user warning: Table './lankelot/cache_filter' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_filter WHERE cid = '3:85024d06659faf313465fa09e3942527' in /var/www/vhosts/lankelot.eu/httpdocs/includes/cache.inc on line 26.

Bertante Alessandro

Gli ultimi ragazzi del secolo

Autore: 
Bertante Alessandro

Durante la lettura di Gli ultimi ragazzi del secolo ho provato interesse, rabbia, divertimento, curiosità, fastidio, disillusione, partecipazione, mi sono trovato a volte in accordo e altre in disaccordo, e non sono poi molti i libri capaci di farmi qualcosa del genere, al di là del piacere o meno che possa aver avuto leggendo. È un romanzo, autobiografico, che invita al confronto, se non proprio al conflitto, fin dalla copertina, con l'immagine di un ragazzino che guarda fuori campo, chissà cosa, con aria di sfida. Ragazzino che, scopre chi è interessato alle immagini che sono sui/nei libri, è proprio l'autore, Alessandro Bertante, che sembra cercare di replicare, da adulto, lo stesso sguardo all'interno della quarta di copertina. Un'altra fotografia mostra il ponte di Mostar. Il sé passato, il sé presente, e in mezzo un ponte. Mentre scrivo mi vengono in mente gli spiriti del Natale di Dickens, e anche se non c'è alcuna somiglianza si fa largo la suggestione che Bertante, come Scrooge (ma in maniera volontaria), sia tornato ad osservare frammenti della sua vita passata per restituirceli.

La narrazione segue, da una parte, l'adolescenza tra fine anni '70 e anni '80 del protagonista-autore nella “Milano metropoli degli anni Ottanta” fino alle vacanze greche post-maturità, dall'altra un viaggio estivo con un amico, direzione Sarajevo, alla fine del conflitto nella ex-Jugoslavia. I capitoli alternano l'esperienza della periferia milanese, delle prime droghe, all'improvvisa decisione di intraprendere il viaggio; l'arrivo dell'eroina e le morti giovani all'incontro di truppe militari; le prime scoperte musicali e i centri sociali alla vista di palazzi crollati, di muri con le tracce delle sparatorie; il conflitto con la famiglia e il distacco dal vecchio gruppo di amici alla visione di persone che cercano in ogni modo di andare avanti, resistere mentre tutto intorno è venuto giù; le vacanze e poi l'università, il 1989 e Berlino e le occupazioni alle scene di ragazzi che giocano tra le macerie, si tuffano da ponti nei fiumi in faccia alla morte. Romanzo di fallimenti, generazionali, sociali, personali, e romanzo dell'incomprensione, dell'incapacità di comprendere, della navigazione a vista, dell'accettazione delle distanze. Nel viaggio tra le rovine della guerra si segna il momento che definisce la non comprensione di ciò che avviene in paesi vicino al nostro, mentre nei brani di conflitto tra generazioni si portano alla luce quelle differenze-similitudini che rendono il quadro di una difficoltà ineludibile persino nel dialogo tra chi vive nello stesso paese, solo con età diverse. Significativo a questo proposito come da una parte l'autore rimproveri a quelli del '68 di raccontare la propria gioventù “come l'ultima autentica primavera occidentale, il luminoso epilogo di una secolare tradizione di lotte e umanesimo positivista” (pag. 51) per poi definire i suoi anni giovanili come “ultima vera espressione identitaria dell'Occidente pacificato e vittorioso, l'orgogliosa rivendicazione di un primato politico e culturale nei confronti del resto del mondo” (pag. 64-65), quasi una sorta di gara testimoniale. La soluzione, se così si può dire, la fornisce lo stesso Bertante quando afferma, ancora a proposito degli anni Ottanta, “Difficile capire quel periodo se non lo si è vissuto” (pag. 60), constatazione che si può allargare ad ogni periodo.

Un libro denso, che ti chiede di partecipare, di fare i conti con te stesso e con gli altri e con le storie e con la storia, anche se sa che non è possibile, osservando, leggendo, toccare fino in fondo le esperienze altrui, che neppure un viaggio basta a sapere, a capire, che anche nella condivisione esiste uno scarto tra le persone e, dunque, non possiamo che sfiorarci appena.

“Abbiamo cercato di capire e non ci siamo riusciti, rimangono dei sospetti ma non possono bastare, non quando tutt'intorno la gente sta ancora cercando di rialzarsi dalle macerie. Abbiamo attraversato le loro città, camminando in ciabatte fra le rovine, indossando braghe corte e bracciali d'argento. Questo sappiamo fare: banalizzare ogni gesto, trasfigurarlo nella dimensione della gita. Adesso torniamo al mare e poi, ancora, saremo in viaggio verso Milano. Torniamo a casa, dentro ai nostri perimetri protetti, confortati dalle certezze materiali che abbiamo ereditato, a ricominciare le nostre piccole resistenze, compromesse dall'esperienza di ciò che abbiamo visto.” (pag. 213)

Edizione esaminata e brevi note

Alessandro Bertante è nato ad Alessandria nel 1969 e vive a Milano. Ha pubblicato i romanzi: Al Diavul (Marsilio, 2008; premio Chianti), Nina dei lupi (Marsilio, 2011; premio Rieti), La magnifica orda (Il Saggiatore, 2012) e Estate crudele (Rizzoli, 2013; premio Margherita Hack).

Alessandro Bertante, Gli ultimi ragazzi del secolo, Giunti, 2016

andrea brancolini, marzo 2016

ISBN/EAN: 
9788809815452